Si è tenuta ieri mattina in Piazza San Lorenzo la cerimonia di inaugurazione del primo dei pannelli che verranno affissi in diverse aree di Viterbo. Un progetto nato dalla collaborazione tra Comune di Viterbo, Rotary Club, Touring Club, Liceo Buratti e Istituto Orioli

Dante e Viterbo: otto pannelli per ricordare il legame tra il Poeta e la città

104

Dante e Viterbo: un legame che da ieri verrà ricordato attraverso otto pannelli affissi in diverse zone della città, a rappresentare gli episodi più significativi che collegano il Poeta con la Città dei Papi.

Si è tenuta ieri mattina in Piazza San Lorenzo la cerimonia di inaugurazione del primo dei pannelli finanziati dall’amministrazione comunale, in collaborazione con il Rotary Club, il Touring Club: un progetto che ha coinvolto anche gli studenti e i professori del liceo classico e linguistico Mariano Buratti e dell’istituto Francesco Orioli di Viterbo.

Il Vescovo Lino Fumagalli in apertura dell’incontro ha rivolto un messaggio ai ragazzi presenti: “Diffidate da chi vi chiede poco, perché significa che si fida poco di voi. La scuola vi aiuti ad essere forti personalità consistenti, capaci di porre le basi di una società e una Chiesa migliore, perché ne abbiamo tutti bisogno”.

L’assessore alla Cultura Marco De Carolis ha parlato di un momento importante in cui “ricordare il Sommo Poeta, una figura che ci invidiano in tutto il mondo. Abbiamo voluto dare a Viterbo un percorso su Dante sulla base di ciò che viene raccontato anche nella Divina Commedia e lasciarlo alla città. Oggi inauguriamo il primo dei pannelli che andremo ad installare nelle prossime settimane”.

Il vice sindaco Laura Allegrini ha dichiarato che “questo progetto arricchisce la città, l’amministrazione e chi ha creato questi pannelli. Dante è un gigante, ma vederlo contestualizzato nella nostra città consente di capire il senso profondo di ciò che lui dice nelle sue opere. Qualsiasi grande autore e artista deve essere mediato dalla nostra sensibilità”.

Di seguito il prof. Gianluca Zappa e alcuni degli studenti del Buratti hanno presentato in anteprima gli otto pannelli, dando lettura del loro contenuto anche in inglese, francese, spagnolo e tedesco: questo perché ognuno di essi è dotato di un Qr Code da inquadrare per avere la traduzione multilingue.

“Oggi per me si realizza un sogno che prende forma proprio nell’anniversario di Dante. – ha spiegato il prof. Zappa – La nostra città è così legata alla Commedia che non potevamo non evidenziare questo aspetto”.

Sono intervenuti anche la dirigente scolastica dell’istituto Orioli Simonetta Pachella e due insegnanti che hanno collaborato alla realizzazione tecnica del progetto, oltre al Presidente del Rotary Club Stefano Bianchini, l’ex Presidente Simona Tartaglia e Vincenzo Ceniti, del Touring Club.

Stefano Bianchini
Vincenzo Ceniti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui