Darsena traghetti in concessione, ma il Comitato non sa nulla

L'Adsp starebbe predisponendo un bando per affidare le banchine ro-ro. Il rappresentante del Comune Lotto: "Nessuno ci ha informato"

57

La darsena traghetti una volta completata potrebbe essere data in concessione ad un unico armatore. E’ questa voce che circola negli ultimi giorni tra i ben informati dello scalo. Dopo il bando di gara per 4,7 milioni (di cui circa 2,5 del progetto europeo B Clink che Molo Vespucci ha ottenuto ai mezzi con Barcellona) per la realizzazione di un nuovo pontile all’interno della darsena traghetti, con due nuovi attracchi per le navi Ro-Ro, l’Authority, starebbe per pubblicare un ulteriore bando per completare la Darsena Traghetti e Servizi.

Ma l’idea sarebbe quella di assegnare la concessione relativa alle banchine e alla parte a terra, destinata a servizi, arredi, strutture. Un po’ come fatto diversi anni fa con il terminal container dato in gestione ad un unico armatore, come temono la maggior parte degli operatori portuali.
Ma di questa decisione, che pure sarebbe di grande importanza per il porto, il Comitato di gestione non ne sa nulla. “Il Comitato non ha ricevuto alcuna comunicazione in merito – sottolinea Pino Lotto rappresentante del Comune di Civitavecchia in seno all’organismo di controllo dell’ente portuale – quindi credo si tratti di una notizia infondata. Una concessione di tale entità è senza dubbio un provvedimento strategico per il porto e per la città, quindi necessita di una preventiva interlocuzione con l’organo di cui faccio parte, se non altro per rispetto istituzionale. Avrò comunque modo di confrontarmi – ha aggiunto – con i miei colleghi e con il presidente Francesco Maria di Majo nel prossimo comitato di gestione. Al momento di più non so”. Intanto bocche cucite sull’argomento anche dall’Autorità portuale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here