Riceviamo e pubblichiamo

Dazi Usa. Battistoni (FI): “Bellanova riferisca in aula su nuova ondata dazi Usa”

97

“Mancano pochi giorni alla scadenza della procedura di consultazione avviata dal dipartimento del commercio americano sulla nuova Black list dei prodotti europei che dovrebbero essere assoggettati a nuovi dazi negli Stati Uniti d’America.
È il 13 gennaio il termine ultimo entro il quale l’Europa deve avere avanzato le proprie richieste in merito ai dazi.

Ricordo che con i dazi attualmente in vigore c’è stato un blocco sostanziale della crescita dell’export verso gli Stati Uniti di quei prodotti ingiustamente tassati.
L’agricoltura italiana sta pagando un caro prezzo per una disputa areonautica tra continenti che non la riguarda, neanche da vicino.
Finora abbiamo assistito a tante chiacchiere da parte del governo ma nessuna azione è stata messa in campo ed i risultati sono stati infatti pessimi. Prodotti come l’Asiago, il Gorgonzola, il Grana Padano, o la Fontina non hanno ricevuto il supporto dello stato in nessuna maniera, intere produzioni abbandonate ad una tassazione che non meritavano.

Oltre a questi prodotti, sembrerebbe che la prossima ondata di dazi americani potrebbe colpire il nostro vino; e questa sarebbe una vera e propria tragedia.

Delle azioni che il Governo annuncia, purtroppo, non ci fidiamo più, i risultati non sono stati pessimi, proprio non ci sono stati.
Pertanto, in accordo con il nostro capogruppo di Forza Italia Anna Maria Bernini, chiediamo al Governo di riferire in aula. È arrivato il momento di essere realmente informati su come si intende procedere nei confronti di questa nuova ondata di dazi che andranno a colpire moltissime aziende italiane”.

Così in una nota il senatore Francesco Battistoni responsabile nazionale agricoltura di Forza Italia e capogruppo in commissione agricoltura in Senato del partito azzurro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui