Continua il lavoro del Comitato Tecnico Scientifico, che si sta occupando di produrre evidenze e documenti a supporto delle Osservazioni alla Carta Nazionale delle Aree Potenzialmente Idonee (CNAPI), proposta dalla Sogin

“Deposito nucleare, gli esperti stanno dimostrando la non idoneità dei siti proposti”

292

Continua il lavoro del Comitato Tecnico Scientifico composto da membri provenienti da tutto il territorio della Tuscia, che si sta occupando di produrre evidenze e documenti a supporto delle Osservazioni alla Carta Nazionale delle Aree Potenzialmente Idonee (CNAPI), proposta dalla Sogin.

“Osservazioni che saranno ampie e solide, per certificare senza alcun dubbio, che i siti potenziali individuati dalla CNAPI sul nostro territorio, non rispondono assolutamente nei fatti, ai criteri indicati nella Guida Tecnica N. 29 dell’ISPRA e quindi NON IDONEI ad ospitare in sicurezza il Deposito Nazionale delle scorie radioattive”, si legge sulla pagina ufficiale del Comune di Corchiano.

“Gli esperti stanno dimostrando, sempre con più nitidezza, la non idoneità dei siti proposti sulla base di moltissimi elementi e criteri”, che possono essere sintetizzati come segue:

1. Metodologia
2. Geomorfologia e Idrogeologia
3. Impatto sulla Salute
4. Vincolistica
5. Aree protette e habitat naturali
6. Infrastrutture critiche/strategiche
7. Produzioni agricole di qualità
8. Luoghi di interesse Storico e Archeologico

Intanto per martedì è fissato l’incontro tra i sindaci di Vignanello e Gallese e il Presidente del Biodistretto con gli avvocati per definire le fasi finali della produzione delle Osservazioni.

“Un ringraziamento sentito a tutta la popolazione di Corchiano e alle tantissime professionalità che si sono messe a disposizione del nostro territorio – scrivono – al Presidente Famiano Crucianelli e a tutti i Sindaci del Biodistretto, per il sostegno e il supporto fattivo dimostrato nella costruzione di questa straordinaria ‘battaglia comune’, a salvaguardia della nostra idea di territorio e del suo sviluppo sociale e economico”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui