Il sindaco di Montalto di Castro Caci pronto a mettere in campo azioni per evitare la realizzazione dell'impianto nella Tuscia

Deposito scorie nucleari: entro il 15 marzo Sogin presenta al Mite la carta sulle aree idonee

205

Sogin con una nota fa sapere che “sulla base degli esiti della consultazione pubblica, compreso il Seminario Nazionale svolto dal 7 settembre al 15 dicembre scorso, sta predisponendo la proposta di Carta Nazionale Aree Idonee (CNAI), che sarà trasmessa al Ministero della Transizione Ecologica (MiTE) entro il 15 marzo prossimo.

Dopo alcuni passaggi autorizzativi, che vedranno protagonista anche l’Ispettorato Nazionale per la Sicurezza Nucleare e la Radioprotezione (ISIN), il MiTE di concerto con il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, approverà la CNAI, che sarà pubblicata. A quel punto, le Regioni e gli Enti locali potranno esprimere le proprie manifestazioni d’interesse, non vincolanti, ad approfondire ulteriormente l’argomento”.

“Siamo pronti a mettere in campo qualsiasi azione politica e legale per evitare che il progetto venga realizzato a Montalto e Pescia e nel resto della Tuscia – dichiara il sindaco Sergio Caci -. Mi sono già sentito con i nostri tecnici e i sindaci dei comuni di Tessennano, Tuscania e Ischia di Castro che hanno presentato insieme a noi le osservazioni e provvederò a interfacciarmi con gli altri amministratori dei Comuni della provincia di Viterbo”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui