Di Benedetto-Cattani-Sanna (candidati Fdi): “Raccolta puntuale dei rifiuti ed uno sportello a sostegno delle imprese agricole”

81

“La tutela dell’ambiente inizia dalla salvaguardia dei territori da parte di ogni comunità  – dichiara Diana Di Benedetto, candidata Fdi – per questo motivo l’amministrazione comunale ha l’obbligo di guidare la cittadinanza in un contesto di sistema, coinvolgendo scuole, associazionismo, i corpi intermedi della società.

La raccolta puntuale e l’aumento della differenziazione sono un primo passaggio obbligatorio, il controllo del territorio attraverso i nuovi sistemi di videosorveglianza è il secondo, per evitare scarichi abusivi di sostanze e immondizia in luoghi dove l’ambiente e più incontaminato.

 

Proporre una giornata dedicata alla salvaguardia del territorio attraverso un concorso tra studenti delle e potenziare il sito web del comune con una pagina dedicata.

 

Infine l’agricoltura, che, nel contesto della salvaguardia del territorio e dell’ambiente è la più determinante.

E’ necessario che tutti gli operatori del settore siano coinvolti in corsi di aggiornamento e formazione per comprendere l’importanza di evitare quei prodotti nocivi vengono usati sui terreni e sulle colture, ciò per salvaguardare la loro salute e quella di tutti i cittadini, del mondo animale, del   fragile equilibrio ambientale che subisce il danno maggiore.

Per tale delicato mondo deve essere istituito dal nostro comune un modello di formazione continua agli operatori agricoli, attraverso il coinvolgimento delle loro associazioni per renderli sempre più a conoscenza delle situazioni che possono causare alcuni prodotti sbagliati sulle colture e sulla salute dell’ambiente e quali di essi possono essere usati.

 

“Il settore dell’agroalimentare cittadino ha concrete possibilità di crescita – aggiungono Federico Cattani e Gloria Sanna, anch’essi candidati nella lista Fdi– potenzialità che possono essere favorite da una efficace promozione del territorio che faccia da volano per la commercializzazione dei prodotti agricoli locali,come modello virtuoso della tradizione di pastorizia e di agricoltura in cui di incardinano le nostre tradizioni e radici di vita cittadina.

 

E’ opportuno , quindi , pensare a delle concrete azioni di rete (promozione territoriale, formazione professionale) che aiutino e rafforzino i sistemi economici e produttivi emergenti nel mondo agricolo civitonico il quale può essere ulteriormente sviluppato accrescendo il concetto di filiera corta legata alle nostre produzioni tipiche.

 

Sarà compito dell’amministrazione comunale attuare una sinergia con il mondo agricolo attraverso la collaborazione di enti specifici, che avranno il compito di presentare e far  conoscere tutte le forme di incentivi e finanziamenti pubblici utili ad un  processo di valorizzazione del settore che passa anche  attraverso gli strumenti di finanziamento comunitario.

 

Nel nostro programma è per questo prevista l’attivazione di uno sportello pubblico a supporto della realizzazione di nuove imprese nel settore e nello  sviluppo progettuale di produzioni di tipo misto  cerealicolo-foraggero-zootecnico e biologico, oltre all’ affiancamento alle imprese già presenti che intendono investire e innovare utilizzando gli strumenti consentiti quali PUA,GAL,ecc.

 

Riteniamo fondamentale inoltre  attuare una stretta collaborazione con le Associazioni di categoria di Coldiretti, Confagricultura  e Cia nonché con l’Università degli Studi della Tuscia per l’attuazione di studi mirati e capillari mediante i quali si potrà stabilire anche quali culture si adattino meglio al nostro ecosistema.

Ci sarà, infine, un rafforzamento dei controlli per il mantenimento del regolamento nazionale in materia di uso fitofarmaci, per una buona riuscita dei controlli capillari ed essenziali sul territorio comunale.”

Fratelli d’Italia – Civita Castellana

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui