Didattica a distanza, il 67% degli universitari italiani favorevoli ma pesa l’arretratezza digitale

E' quanto emerge dal sondaggio di Quaestiones, la community che aiuta gli studenti nella preparazione degli esami

339
universitari

Universitari favorevoli alla didattica a distanza. Perché, come hanno dichiarato nel sondaggio realizzato da Quaestiones – community che da 20 anni raccoglie domande, appunti e pagelle dei professori per aiutare gli studenti nella preparazione degli esami – “rappresenta il futuro in un’ottica di digitalizzazione della formazione”.

Il 67% del campione intervistato, composto da 1200 universitari delle varie facoltà degli atenei italiani, si è detto favorevole alla didattica a distanza.

Ma non perché le università siano considerate poco sicure relativamente al rischio contagi. Anzi, il 65% degli studenti che hanno risposto al sondaggio ritiene che “indossando i dispositivi di protezione personale e mantenendo le distanze gli atenei siano luoghi sicuri”.

Spazio nel sondaggio anche alle problematiche maggiormente riscontrate con la didattica a distanza e le lezioni online.

Pesa in particolare l’arretratezza digitale: per il 40% la difficoltà maggiore è rappresentata dalla mancanza di una linea internet veloce e per il 20 percento l’utilizzo di dispositivi tecnologici obsoleti.

Qualcuno sottolinea anche che andrebbe migliorata la stabilità dei sistemi su cui girano le piattaforme universitarie dove vengono caricati lezioni e materiali e c’è chi preferirebbe le lezioni registrate a quelle live.

E in merito allo svolgimento della didattica a distanza il 47% degli studenti lamenta una “maggiore difficoltà nell’apprendimento”. Il 22,5 percento la imputa alla mancanza di un rapporto personale con i docenti mentre il 72,5% alla carenza del confronto diretto con i compagni di corso.

Questi i dati emersi dal sondaggio condotto da Quaestiones.

Chissà se sono condivisi anche dagli universitari che frequentano l’ateneo della Tuscia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui