Affondo dell'amministrazione comunale della cittadina portuale

“Discarica di Civitavecchia colma fino all’osso, colpa di Raggi e Zingaretti”

309

CIVITAVECCHIA – “L’emergenza rifiuti di Roma ha creato un effetto domino che mette in allarme la nostra città, come pure Albano e Viterbo”.

A parlare, in una nota, l’amministrazione comunale di Civitavecchia.

“Già da molti mesi avevamo provato a contrastare la decisione di riversare sulla discarica di Civitavecchia i rifiuti di Roma, ma nessuno ci aveva voluto ascoltare. Non è per campanilismo che ci opponevamo, ma per semplice logica: era solo questione di tempo perché si arrivasse alla chiusura, non si tratta di scienza missilistica.

Una città come Roma dovrebbe essere in grado di risolvere i propri problemi senza gravare su realtà molto più piccole, così come una regione lungimirante dovrebbe pianificare, organizzare e risolvere.

E invece, grazie alla miopia di Virginia Raggi e di Nicola Zingaretti, ci siamo ritrovati con una discarica che non possiamo usare né controllare. Oltretutto, diretta conseguenza di questa situazione è che il comune di Civitavecchia è costretto a conferire i suoi rifiuti a Viterbo, spendendo molto di più e contribuendo fatalmente, come dicevo, a perpetuare l’effetto domino che aggrava il problema distribuendolo su altre città.

Sembra di assistere al “Gioco del Quindici”, quel vecchio rompicapo che dovevi risolvere spostando le tessere da una parte all’altra… Ma qui le tessere si stanno esaurendo e ancora si pensa di poter continuare il gioco senza trovare una soluzione valida.

“Nascondiamo la polvere sotto il tappeto. Poi si vedrà” è il loro motto. Stanno giocando sulle nostre teste, sperando di tamponare il problema fino alle prossime elezioni. Invece – conclude la nota – è un problema che va risolto al più presto e tutte le istituzioni interessate dovranno sedersi intorno a un tavolo finché non si troverà la soluzione”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui