Casa Civita punta ad allargare l'offerta turistica del territorio

Discover Tuscia, la Regione Lazio finanzia il progetto

337
Una delle foto del borgo di Civita di Bagnoregio, condivisa dal sindaco Profili su Facebook

Finanziato il progetto “Discover Tuscia. The secret of Italy.”, presentato a valere sull’avviso pubblico per la valorizzazione delle Destinazioni Turistiche della Regione Lazio. Capitanato da Casa Civita, in partenariato con i Comuni di Bagnoregio, Vitorchiano, Celleno, Castiglione in Teverina, Bolsena, Graffignano, la Diocesi di Viterbo, il tour operator Tuscia Incantata come Destination Management Company del progetto, le associazioni ProMeteus, Acas “Il Paese delle Fiabe”, Via Francigena in Tuscia, Comunità Narranti, gli operatori dell’accoglienza Castello Costaguti di Roccalvecce e Borgo la
Ferriera di Celleno, l’agenzia di comunicazione Majakovskij e la Rete di Imprese di Vitorchiano, si pone un obiettivo ambizioso: promuovere il turismo e valorizzare le eccellenze della Tuscia e della Valle del Tevere attraverso la creazione di una DMO Destination Management Organization, una narrazione inedita basata su un brand forte, uno storytelling originale e la creazione di connessioni tematiche, sia fisiche che narrative, fra i borghi e i luoghi di interesse presenti nell’area.

La scelta del nome della Dmo “Discover Tuscia. The secret of Italy.” rappresenta la sintesi della strategia di promozione, che trasforma le criticità esistenti in opportunità: la Tuscia è una regione che merita di essere scoperta perché ancora oggi rappresenta un vero segreto custodito all’interno del nostro Paese.

“Questa Dmo rappresenterà un vero punto di snodo per la strutturazione dell’offerta turistica del territorio” commentano i proponenti “perché permetterà finalmente di costituire un sistema turistico integrato, capace di coinvolgere tutti gli attori locali pubblici e privati attivi nella promozione del territorio, aumentare la permanenza media e la qualità dei flussi turistici, sviluppare collaborazioni con tour operator internazionali, incrementando ulteriormente la quota di internazionalizzazione, sia grazie alla partecipazione alle fiere internazionali che alla costituzione di reti di partenariato strategico con
agenzie di promozione e comunicazione turistica europee.”

Per Casa Civita un importante risultato raggiunto, nell’anno della candidatura de Il Paesaggio Culturale di Civita di Bagnoregio a Patrimonio Unesco. “Fare rete per allargare l’offerta turistica è la strada che dobbiamo percorrere – così l’amministratore unico della partecipata del Comune di Bagnoregio Francesco Bigiotti -. Civita, con i successi registrati in questi anni, ha dimostrato nei fatti che lo sviluppo turistico significa lavoro, ricchezza e tutela del territorio. Soprattutto il tema della tutela, dell’accoglienza, della crescita del prodotto turistico sotto il punto di vista delle esperienze da fare diventano centrali e il progetto Discover Tuscia vuole essere un’azione concreta importante anche per costruire una nuova mentalità capace di promuovere le sinergie e superare i campanilismi”.

Entro 30 giorni sarà formalmente costituita l’associazione di Dmo e prenderanno avvio le numerose attività previste, per una durata di 18 mesi. Dmo Discover Tuscia. The secret of Italy.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui