L'ordinanza ha creato due distinte fazioni tra i viterbesi

Divieto botti di Capodanno, cittadini divisi: secondo voi è giusto?

286

I cittadini di Viterbo sembrano dividersi sull’ordinanza fatta emanare dal sindaco Giovanni Arena circa il divieto di utilizzare botti e fuochi artificiali nella notte di Capodanno.

Per il primo cittadino, che ha da poco ringraziato tutti i viterbesi “che hanno scelto di far fare il botto solo allo spumante”, l’ordinanza è stato un doveroso obbligo, necessario per tutelare non solo gli animali, ma anche tutte le persone.

Nella notte di San Silvestro, infatti, in Italia si è consumata la solita “strage”, con centinaia di feriti in tutto lo stivale e anche un morto. A Viterbo, in particolare, a rimetterci maggiormente sono stati gli storni, che nelle ultime settimane hanno letteralmente invaso i cieli della città con la loro presenza.

Nel capoluogo della Tuscia, tuttavia, c’è chi rivendica l’utilizzo dei botti dichiarando che si tratta di una tradizione che va tutelata. Il “botto”, infatti, ha da sempre avuto anche l’antico scopo di scacciare ed esorcizzare il demonio per liberare il nuovo anno dalla sua presenza.

Voi cosa ne pensate a riguardo? E’ ora di farla finita con questa “barbarie”, e magari pensare anche alla possibilità di vietare la vendita di botti per il prossimo capodanno, o bisognerebbe, invece, allentare la presa e permettere a chiunque vuole di “divertirsi”?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui