Chi sarà il successore di Renato Trapè?

Montefiascone, domani il congresso del Pd per l’elezione del segretario

Al bar Italia di Piazzale Roma il congresso locale del Pd per eleggere il nuovo segretario del partito di Montefiascone

61
Montefiascone Cinema

Il congresso comunale di Montefiascone del Pd si farà domani per eleggere il nuovo segretario. Al Bar Italia di piazzale Roma, sarà eletto il successore di Renato Trapè alla guida del circolo locale del Partito democratico.

Tutte le iscritte e tutti gli iscritti all’assemblea degli iscritti del circolo falisco saranno chiamati a rinnovare il direttivo di circolo e  l’assemblea provinciale, nonché i rispettivi segretari.

Ecco il programma dell’assemblea: alle 14, costituzione della presidenza dell’assemblea; alle 14,15, presentazione delle linee politico-programmatiche collegate ai candidati a segretario di federazione: lo farà Manuela Benedetti, unica candidata alla segreteria provinciale Pd; alle 14,30, presentazione delle linee politico-programmatiche dei candidati a segretario di circolo; alle 15 c’è il dibattito; alle 16 iniziano le operazioni di voto. Si termina alle 20, con le operazioni di voto e l’inizio dello scrutinio.

Si arriva al rinnovo delle cariche dopo un periodo travagliato. Il segretario uscente Trapè – è stato più volte assessore in varie giunte di centrosinistra – aveva dato le sue dimissioni un mese fa, in contrasto con la gestione del Pd. Che ha abbandonato dopo anni di militanza. Dopo di lui erano arrivate le dimissioni di Mariolina Scavera, altra militante storica prima del Pci, poi delle varie diramazioni del più grande partito della sinistra.

Il congresso di Montefiascone sta dentro un quadro più ampio. Infatti, con i congressi dei 52 circoli territoriali che si stanno svolgendo, è partito quello che porterà a termine il lungo commissariamento del Pd della provincia. Il percorso terminerà sabato 14 dicembre, alle 9 alla Corte delle terme di via Procoio, 6, con la convocazione della nuova assemblea federale che sarà chiamata a eleggere il suo presidente e la direzione politica.

“Questo appuntamento dovrà essere visto come una tappa di un percorso di rilancio dell’iniziativa politica, cominciato alcuni mesi fa, da vivere con grande apertura e inclusività – spiega Marco Tolli, commissario della Federazione del Pd di Viterbo e responsabile politiche del territorio del Pd Lazio -. Lascio una federazione più solida dal punto di vista organizzativo ed economico, con un tesseramento in crescita, nonostante la scissione in atto, e nelle mani di dirigenti di valore, consapevole, tuttavia, che non tutti i problemi hanno ancora trovato soluzione”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui