Riceviamo e pubblichiamo

Domenico Cancilla(Pd): “Ci candidiamo con una squadra forte e competente, per rappresentare gli interessi di tutti i cittadini”

87

Alle comunali di Civita Castellana il PD si propone come unica reale alternativa ad una destra che si presenta unita in campagna elettorale, ma che è fresca di un disastro amministrativo senza precedenti nella storia del nostro comune.

Il candidato sindaco del Pd, Domenico Cancilla, afferma: “Per vivere svolgo la professione di avvocato e ho alle spalle esperienze amministrative come assessore e vicesindaco. Ci candidiamo con una squadra forte e competente, fatta di persone nuove che vogliono mettere la propria esperienza al servizio della collettività, con l’ambizione di rappresentare gli interessi di tutti i cittadini e un programma realistico, che coniuga sviluppo e tutela del territorio. Siamo sicuri che i cittadini sapranno riconoscere la qualità del nostro progetto e della nostra visione della città, le cui redini vanno riprese in mano con serietà dopo mesi di abbandono. La concretezza del nostro programma – continua Cancilla – è quello che ci contraddistingue dagli altri candidati, che spesso si presentano con proposte ambiziose, ma senza piani chiari per realizzarle. Ai proclami e alle manifestazioni plateali raccatta voti noi preferiamo le analisi di merito e il duro lavoro. Le nostre priorità sono ambiente, manutenzione pubblica ordinaria e straordinaria, scuola e cultura, così palesemente trascurate dalla passata amministrazione, lavoro e turismo, di pari passo con una maggiore cura del centro storico, e tutela delle fasce di popolazione più deboli, che durante la crisi sanitaria sono state abbandonate da un comune assente nel momento di maggior bisogno.  Riteniamo prioritario essere sempre al fianco delle industrie e delle attività commerciali che contribuiscono a creare ricchezza per il nostro territorio, per questo intendiamo supportarle con ogni mezzo a disposizione, sia quelle già presenti che quelle potenziali future. Infine due battaglie – conclude il candidato sindaco – che ci hanno contraddistinto dai banchi dell’opposizione: un cambiamento sostanziale del modello di gestione dell’acqua pubblica e il riconoscimento ai ceramisti dello status di lavoro usurante.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui