Il direttore generale dell'azienda sanitaria viterbese su Villa Immacolata: "Sta lavorando l'unità di crisi"

Donetti (Asl): “Nessun caso rilevato nelle 90 strutture che stiamo seguendo”

193

Sei casi positivi rilevati ieri – tre operatori sanitari e 3 pazienti – collegati alla casa di cura di S. Martino.

Situazione che ha portato all’immediata interdizione alla struttura da parte della Asl.

“Stiamo lavorando su Villa Immacolata oramai da diversi giorni – dichiara il direttore generale Daniela Donetti – attraverso l’unità di crisi composta dalla nostra azienda, dal Prefetto, dal Questore e dai comandanti provinciali di Carabinieri, Finanza e Vigili del fuoco. Abbiamo iniziato a operare già dalla scorsa settimana tramite una valutazione di tutte quelle che sono le procedure che ogni struttura ha attuato all’interno dei propri ambiti”.

“Un lavoro svolto tramite uno screening, un questionario, su circa 90 strutture: case di riposo e luoghi di cura accreditati. Quando si riscontra un caso di positività inizia la seconda fase: costruire tutti i link epidemiologici e cercare di capire quali sono i punti di contatto per le varie strutture. Poi si passa alle fasi successive”.

 Le case di riposo e di cura, stando alle notizie che giungono da tutta Italia, rischiano di trasformarsi in veri e propri focolai. Le state attenzionando?

“Assolutamente sì. Essendo strutture che hanno una forte aggregazione di persone sono maggiormente a rischio di infezione. Proprio per questo il DPCM del Governo è così indicativo sia sull’utilizzo in modo corretto dei dispositivi di protezione che sul fatto che dobbiamo stare tutti a casa. Già da molto tempo abbiamo dato indicazioni dell’impiego dei dispositivi e delle procedure di massima sicurezza. E’ anche vero che molto dipende dal comportamento dei singoli individui nel seguire le regole. Ecco perché tutti noi dobbiamo stare a casa, girare con le mascherine ed essere rispettosi gli uni nei confronti degli altri”.

 Oltre a Villa Immacolata ci sono altre strutture che la Asl sta seguendo con particolare attenzione?

“Fortunatamente per ora non ce ne sono altre. In realtà le stiamo seguendo tutte con molta attenzione ma in questo momento non abbiamo rilevazione di casi. Stiamo eseguendo con i nostri gruppi, in collaborazione con i sindaci delle diverse città – che sono oggettivamente molto collaborativi e propositivi in tema di vigilanza – le verifiche sulle varie strutture. In questo momento, fortunatamente, non ci risultano altri casi. Speriamo di continuare così”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui