Doppio tumore, viterbese salvato a Torino grazie al trapianto di un fegato rigenerato

E' la storia di un veterinario 66 enne di Viterbo, su cui si era abbattuta mesi fa la terribile malattia

634
Chirurgia

Sei mesi fa gli veniva diagnosticato un tumore. Oggi viene salvato a Torino tramite il trapianto di un fegato rigenerato. Un intervento sensazionale.

E’ la storia di un veterinario 66 enne di Viterbo, su cui si era abbattuta mesi fa la terribile malattia. Doppio tumore al fegato insorto su una cirrosi epatica fino a quel momento non ancora diagnosticata.

La notizia, chiaramente, non rappresenta solo un grande risultato per il paziente e le persone a lui più vicine, ma anche per tutto il mondo della medicina. L’intervento, avvenuto giorni fa presso l’ospedale Molinette di Torino, rappresenta l’ultima frontiera dei trapianti di fegato, come ammesso dai responsabili della Città della Salute.

Grazie all’aiuto di una Nmp, macchina in grado di mantenere il fegato in uno stato di vita artificiale per alcune ore, è stato possibile espiantare l’organo da un donatore ad alto rischio rigenerandolo e rendendolo compatibile per l’impianto su un paziente.

Il 66enne, a qualche giorno dall’operazione, sembra essere ora in ripresa e prossimo alla dimissione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui