Riceviamo e pubblichiamo

Dottarelli (Bolsena): “A cadenza naturale arrivano decisioni calate dall’alto. Non staremo a guardare”

Comunicato stampa del sindaco di Bolsena

130

Sembra sia un vizio, ogni volta che c’è da individuare un’area con finalità non legata alla valorizzazione della bellezza dei luoghi esce il nostro territorio.

Stavolta è il turno delle scorie radioattive, ieri erano le centrali geotermiche di Castel Giorgio o Acquapendente, senza dimenticarci gli orrendi fotovoltaici che hanno abbracciato una parte ci lago. Insomma, nessuno pensa a noi quando c’è da costruire, solo quando c’è da demolire.
Questo fatto è grave, perché getta la nostra comunità nello sconforto. Non si tratta di una volta, due o tre. A cadenza regolare arriva sempre una decisione calata dall’alto dove non possiamo che guardare, senza la possibilità di incidere.
Ma, come successo per la geotermia, non staremo certo a guardare, questa partita non la giocheranno soltanto i sindaci e le comunità interessate dal Piano, sarà un gioco di squadra in cui anche Bolsena farà la sua parte.
Paolo Dottarelli
Sindaco di Bolsena

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui