Secondo i dati diffusi dal Codacons oltre un quarto degli italiani quest'anno ha rinunciato ad acquistare regali

Drastico calo dei consumi per Natale 2020: diminuiscono spese per cenoni e addobbi

104
Foto di Karolina Grabowska da Pixabay

Il Natale 2020 segna un drastico calo dei consumi per gli italiani. È quanto si apprende dai dati definitivi diffusi dal Codacons sulle spese delle ultime festività, secondo cui addirittura il 28% delle persone avrebbe rinunciato ad acquistare anche un regalo: si tratta del valore più alto di sempre.

La pandemia quest’anno ha rivoluzionato in maniera drastica il modo di trascorrere le feste, provocando effetti devastanti sui consumi del mese di dicembre, come spiega il Codacons. Ad aggravare ulteriormente la situazione hanno contribuito i divieti imposti dal Governo, con l’impossibilità di spostarsi tra regioni diverse e i limiti su cenoni, pranzi e ricongiungimenti famigliari, oltre alle crescenti difficoltà economiche vissute da una vasta parte di popolazione che hanno avuto come conseguenza una contrazione complessiva nei consumi del -20% rispetto all’anno precedente, con una perdita pari a circa 2 miliardi di euro.

A ridursi per gli italiani sono state soprattutto le spese per gli addobbi della casa (-15%), mentre per la prima volta sono calati di molto i consumi alimentari per i vari pranzi e cene (-10%) da Natale a Capodanno a causa delle limitazioni che non consentono di riunire un elevato numero di persone all’interno delle abitazioni.

Nonostante oltre un quarto degli italiani abbia rinunciato all’acquisto dei regali, tra i più gettonati si trovano giocattoli, elettrodomestici e prodotti hi-tech. La spesa media per familia passa invece dai 386 euro del 2019 ai circa 308 del 2020.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui