E’ ancora polemica sui murales: il bersaglio stavolta è Bonucci

Dopo la tempesta di insulti ricevuti dalla Santa Rosa moderna, ecco che insorgono nuove posizioni contrarie al murale sul giocatore viterbese

622

Dopo l’interminabile polemica scatenatasi riguardo la rivisitazione moderna di Santa Rosa, operata dall’artista Fabio Fasanari su una vecchia cabina Enel in Strada Teverina, ecco insorgerne una totalmente nuova, sempre su un murale, quello dedicato a Leonardo Bonucci.

A differenza della precedente situazione, tuttavia, non è difficile comprendere quale sia il pensiero principale del popolo viterbese; se con Santa Rosa la città si era praticamente spaccata a metà, divisa tra favorevoli e contrari, in questo caso sono molto più coloro che accolgono calorosamente il nuovo arrivato in città, rispetto agli altri.

L’opera, ancora in fase di definizione, di Luca Oroni, e più precisamente l’effettiva scelta del calciatore rispetto ad altro, sono state commentate in negativo da alcuni cittadini così:

“Capisco il calcio… capisco tutto, ma un bel murale con tutti i nomi delle attività che hanno chiuso per il Covid, a tutti gli imprenditori che si sono suicidati per le tasse da pagare dopo non aver ricevuto sussidi necessari a pagare tasse e dipendenti no eh… Invito a riflettere…”

“Campione? La difesa della Juve lo scorso campionato a preso una sacchettata di gol il campione dormiva?”

“Tremendo, c’è Villa Lante che cade a pezzi…”

“Campione di che? Ha incitato a disobbedire a disposizioni di sicurezza, ha ricattato dichiarando ‘se non ci fate sfilare non andremo neppure al Quirinale’, in campo gridava a squarciagola rivolto agli avversari ‘ce lo dovete su**hiare’, ‘dovete magnà a pastasciutta’, non basta saper calciare un pallone per essere un ‘campione’!”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui