L'insulsa polemica sulla fascia tricolore del sindaco "troppo cara"

E diamoci una regolata! Stangate e critiche, come no… Ma sulle cose serie

Ma via... Occupiamoci - e lì non perdoniamo errori e scivolate - delle questioni che ci affliggono davvero!

239
Foto di Erika Orsini

Ma che enorme e sesquipedale stronzata costruire un “casus belli” su una sciocchezza del genere! Sapete bene che non faccio sconti a nessuno, che quando c’è da stangare stango eccome… Ma sulle cose serie, Dio Santo! Sui problemi irrisolti della città. Sulle trascuratezze e le pigrizie. Sulle disattenzioni nei confronti delle sacrosante esigenze dei viterbesi. Sulle disfunzioni. Sulle furberie e le camarille. Sulle perdite di tempo. Tutto questo è legittimo. Doveroso, anzi, per chi ha a cuore le sorti del nostro territorio, troppo spesso neglette e sottovalutate.

Ma, per favore, la fascia tricolore del sindaco che costerebbe più del dovuto, questa risparmiamocelo! Cavolata solenne. Polemica insulsa e strumentale. Demagogia da strapazzo. Che me ne può fregare a me, e ai cittadini amministrati, se il simbolo dello Stato nazionale indossato da Giovanni Arena viene pagato qualche spicciolo in più (perché di questo si tratta) di quello che veste il sindaco di Canicattì o di Rocca Cannuccia? Ma dove sta lo “scandalo”?  Viterbo civica, che ha tirato fuori la vicenda con grande strombazzamento – mi spiace, nel dì del mio compleanno (in cui mi ero concesso un pò di tregua), ripresa frettolosamente dal mio giornale – ha proprio toppato stavolta! Così si aizza a vuoto… Si spargono veleni sul nulla. E allora? Se il nostro sindaco (con qualche decina di euro in più) fa più bella figura di quello di qualche paesino sperduto che non ha la stessa cura – e lo stesso obbligo – di presentarsi all’esterno in un certo modo, beh questo sarebbe un “delitto”?

viterbo tuscia
Viterbo, foto di Diego Galli

Ma via… Occupiamoci – e lì non perdoniamo errori e scivolate – delle questioni che ci affliggono davvero! Della sicurezza della città, per cui occorre impegnarsi di più e con più decisione. Della rivitalizzazione del centro storico che sfiorisce, di cui si parla spesso a vanvera e con una babele di lingue, senza una  progettualità condivisa. Del cattivo funzionamento di parecchi uffici comunali, vedi l’ “inferno” anagrafe. Delle macroscopiche carenze e degli sperperi della Asl. Delle bollette e dei misteri di Talete. Di una gestione dell’ assessorato alla cultura e al turismo da dilettanti allo sbaraglio, che danneggia la nostra storia e pone a rischio le nostre prospettive. Di questo discutiamo! Azzanniamoci. Polemizziamo. Incitiamo. Incalziamo.

Ma se il sindaco Arena ha scelto una fascia tricolore di migliore qualità di altre e un tantino più cara, vogliamo intentargli un processone? Personalmente, a me fa pure piacere avere un primo cittadino che ci tenga all’immagine di Viterbo. Anche in questi dettagli. Lo critico – e in buona fede – su ben altro. Non certo su questa solenne minchiata. Sennò, davvero, diventa una persecuzione! E non la merita.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui