È morto il bambino di 3 anni travolto da un’auto

109
Foto da Il Giorno

Non ce l’ha fatta il piccolo Hipolito Lyam, di 3 anni, rimasto vittima di un grave incidente stradale, nella tarda mattinata del giorno della festa della Repubblica, il 2 giugno scorso, a Paderno Dugnano (Milano), tra il Parco Lago Nord e il Parco Toti. Trasportato d’urgenza all’ospedale, è morto nel pomeriggio di venerdì 4 giugno.

È stato comunicato, alle 17.10, dai medici dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, dove il bambino era ricoverato. Troppo gravi le ferite provocate dall’autovettura, guidata da un 72enne che non aveva mai conseguito la patente, una Ford Focus.
Il conducente, che aveva alcuni precedenti penali, è rimasto ferito: è stato estratto dai vigili del fuoco e affidato alle cure dei sanitari, che lo hanno trasportato al Niguarda di Milano dove si trova ricoverato in terapia intensiva, con una rottura del femore un edema polmonare.

Il 4 maggio, a Milano, aveva provocato un incidente stradale investendo tre persone a piedi e tentando di scappare. Rintracciato dalla polizia locale, aveva visto sequestrare il veicolo (che era intestato a lui e regolarmente assicurato).

Secondo quanto ricostruito, l’automobilista ha imboccato un tratto di sentiero in discesa, non consentito alle auto, in tutt’altra direzione rispetto all’uscita, andando a scontrarsi contro gli alberi e le staccionate in legno lungo il percorso e finendo la corsa precipitando con forza verso il lago.

L’auto è quindi caduta addosso alla famiglia. Si pensa che l’uomo avesse anche avuto un malore, ma non avrebbe dovuto utilizzare la sua autovettura. Invece si è recato a Paderno dove ha sconfinato con il suo veicolo, percorrendo aree chiuse al traffico e riservate ai pedoni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui