“È nato il Bambinello”, la benedizione di mezzanotte di Don Ivo

245

Stava per scoccare la mezzanotte di Natale, quando in piazza del Plebiscito sono scesi da Palazzo dei Priori l’onorevole Mauro Rotelli, l’assessore alla cultura Marco De Carolis e il consigliere Paolo Bianchini.

Tenevano in braccio la statua del Bambinello, che stava per nascere. La nottata era insolitamente tiepida e ancora silenziosa. Molte famiglie erano riunite per il cenone a festeggiare la nascita di Gesù, che ha cambiato il mondo. E chissà quanti stavano, in quel momento, passando il loro Natale negli ospedali, da soli, al lavoro, nelle carceri della propria esistenza, senza una casa e in povertà. È anche e soprattutto per loro che Gesù è venuto al mondo portando un messaggio rivoluzionario: “Gli ultimi saranno i primi. Ama il tuo nemico. Porgi l’altra guancia. Siamo tutti fratelli”. Quanti Erode provano ancora a ucciderlo appena nato, dentro il loro cuore.

Pochi istanti prima della mezzanotte, in quell’atmosfera di attesa, sono giunti il Sindaco, sua moglie e don Ivo, parroco di Sant’Angelo in Spatha, la chiesa di superba bellezza che è situata in piazza del Plebiscito. Don Ivo ha preso in braccio il Bambinello e poi, al suono delle campane, a mezzanotte, lo ha dolcemente adagiato nel bellissimo presepe, dando la benedizione. La piazza era uno spettacolo di luci e di colori per festeggiare la nascita di Gesù.

Non si era mai vista così bella! Possa la luce di questa Santa Notte illuminare sempre il nostro cammino. Possano la bontà e la generosità di Gesù accompagnare ogni nostra scelta. Buon Natale!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui