Nessun ripensamento, oramai il dado è tratto: elezioni anticipate per Viterbo

E’ ufficiale: fine della corsa per l’amministrazione Arena. Firmate dal notaio le dimissioni in massa

144

Appuntamento alle ore 20. Era l’ora fissata dai consiglieri, pronti a sfiduciare il sindaco Arena, che ieri sera si sono presentati davanti al notaio Fortini.

14 di maggioranza – sette della Lega (la Bugiotti si era smarcata durante le Provinciali), sei di Fratelli d’Italia, Santucci di Fondazione (Insogna ritiene sufficienti le dimissioni del sindaco) – e cinque della minoranza: quattro di Viterbo 2020 e la consigliera dem Luisa Ciambella.

Quindi 19 firme, due in più delle 17 necessarie per legge.

Si chiudono così, con dimissioni di massa, i tre anni dell’amministrazione Arena.

Nei prossimi giorni è attesa una conferenza stampa congiunta da parte delle forze di maggioranza, in cui spiegheranno i motivi che hanno portato a questo atto conclusivo.

Ora quindi si va verso la fase del commissariamento e delle elezioni anticipate a primavera.

E naturalmente i gruppi politici, passate le festività, inizieranno a pensare a manovre, alleanze e candidati per il rinnovo di Palazzo dei Priori.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui