Ecco la cometa visibile a occhio nudo: “Neowise” brilla sempre di più

Uno spettacolo che non si verificava tanto chiaramente dal 1997

327

Questa volta è davvero così. Dopo la deludente prova di Atlas, cometa prevista per il maggio scorso e degradatasi durante l’avvicinamento al sole (e quindi alla terra), eccone una attualmente visibile e che potrebbe prendere ancora più luce nei prossimi giorni. Si tratta di Neowise, scoperta il 27 marzo 2020 dall’omonimo telescopio.

A differenza di Atlas, dunque, che con l’avvicinamento alla stella principale del nostro Sistema aveva perso di potenza, questa nuova Neowise sembra prendere sempre più luce. Ed è un bene per noi! In questi giorni dovremo stare tutti con gli occhi alzati per osservare la meraviglia regalataci dal cielo.

D’altronde, era dal 1997 che non si vedeva una stella cometa tanto chiaramente: ben 23 anni dunque, dai tempi della cometa Hale Bopp. Un evento davvero imperdibile.

Intorno al 22 luglio il masso vagante toccherà il punto più vicino alla terra, il suo perigeo, e dovrebbe, se tutto andrà come previsto, essere nel punto maggiormente visibile dall’uomo.

Per vederla non è affatto complicato: non servono né telescopi né binocoli. Al massimo, se si vuole osservare più da vicino, si possono utilizzare anche strumenti come vecchi binocoli, che dovrebbero andare benissimo.

Se si vuole trovare con gli occhi, bisogna guardare verso nord-ovest, vicino all’orizzonte. Sono sicuramente sconsigliate città con molto inquinamento luminoso.

Andando avanti con i giorni, intorno al 24-25 luglio, la stella si potrà chiaramente avvistare poco sotto il Grande Carro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui