Domani e domenica i progetti saranno esposti nella sala consiliare

Ecco le idee di recupero per la chiesa di San Giovanni in Val di Lago

61
San Lorenzo Nuovo

Domano e domenica nella sala consiliare del Comune di San Lorenzo Nuovo ospita la mostra : “Idee di recupero per San Giovanni in Val di Lago”.

Saranno esposti i progetti vincitori del concorso internazionale di idee promosso nell’ambito della quarta edizione del progetto culturale Re-use Italy per il riuso della Chiesa di San Giovanni in Val di Lago a San Lorenzo Nuovo (VT), una piccola chiesa ottagonale sulle rive del lago di Bolsena.

Il tema di quest’anno ha, inoltre, affrontato il problema della valorizzazione del patrimonio storico dimenticato che si trova lungo le antiche vie di pellegrinaggio, come la Via Francigena.

Proprio questo percorso potrebbe rappresentare una strategia di rinascita per questo bene architettonico. Il concorso, aperto ad architetti, ingegneri e studenti, ha chiesto ai partecipanti di trasformare la rovina in un centro per i pellegrini e per eventi culturali. San Giovanni in Val di Lago è una chiesa cattolica, realizzata alla metà del Cinquecento, sulle rovine di una antica chiesa medievale lungo la via Francigena. Quando la città di San Lorenzo fu oggetto di un’operazione di ricollocamento nel corso del Settecento, a causa di vari fattori, la chiesa di San Giovanni fu definitivamente abbandonata.

Il tema progettuale ha riguardato quindi la copertura della chiesa, e una serie di attività inerenti il pellegrinaggio che la possano far diventare un nuovo punto di riferimento: una foresteria per 10 persone con cucina, sala da pranzo comune e servizi igienici, un auditorium esterno per eventi come conferenze, riunioni, concerti, e proiezioni.

L’iniziativa è stata promossa da Re-use Italy in partnership con ArchDaily, KooZA/rch, Graphisoft, ed è stata supportata dal Comune di San Lorenzo Nuovo (VT).

La giuria internazionale è stata composta da: The Big Picture, Bonell Doriga, Vincenzo Latina, Charles Enrich, Associates, Graphisoft, Diego Hernandez (Archdaily), Federica Sofia Zambeletti (KooZA/rch), Studio Wok.

L’apertura della mostra è prevista per il giorno 7 maggio alle ore 17.00 con una conferenza degli organizzatori e rimarrà aperta fino alle ore 20.00. Il giorno successivo, domenica 8 giugno, la mostra sarà aperta dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui