Economia, Manzella: fondi europei motore strategico per lo sviluppo regionale

“L'Europa è un grande motore dell'economia regionale. Prima di tutto perché mette a disposizione risorse, ma soprattutto perché obbliga ad investirle su ambiti strategici per il nostro futuro”

Sede centrale Regione Lazio

Circa 750 milioni di euro, il 77% della dotazione totale, messi a bando per finanziare progetti che ad oggi hanno coinvolto oltre 1370 aziende. È questo, al 31 dicembre 2018, lo stato dell’arte dell’utilizzo dei fondi europei Por Fesr 2014-2020 destinati al Lazio presentato questa mattina nel corso del Comitato di Sorveglianza nel corso del quale è stata illustrata la relazione di attuazione relativa all’anno 2018.

“L’Europa è un grande motore dell’economia regionale. Prima di tutto perché mette a disposizione risorse, ma soprattutto perché obbliga ad investirle su ambiti strategici per il nostro futuro”, ha commentato l’assessore allo Sviluppo Economico della Regione Lazio Gian Paolo Manzella. “Dalla Green economy al trasferimento tecnologico, dalla ricerca, alla digitalizzazione fino all’internazionalizzazione – prosegue Manzella -. Questi importanti risultati testimoniano dell’attenzione con cui l’amministrazione segue il dossier europeo. Il mio grazie va a chi ha reso possibile tutto questo”.

Nel dettaglio, i fondi europei hanno finanziato fra l’altro bandi, procedure e interventi per il rischio idrogeologico (132,70 milioni di euro), trasporti e mobilità (77 milioni), energia sostenibile (52,30), banda larga e Lazio digitale (153,1), ingegneria finanziaria (137,4), azioni per le Pmi (114,50), internazionalizzazione (12,20), interventi per le Pmi della cultura e sostegni per il “riposizionamento competitivo” delle piccole e medie imprese.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui