Effetto Covid: boom del mercato immobiliare del lago di Bolsena

Da un'analisi effettuata dal colosso Tecnocasa, emerge l'aumento del 1.6% delle compravendite nelle località lacustri del Lazio

760

La crescita del turismo di prossimità e della riscoperta delle bellezze locali “a portata di mano” è uno degli effetti positivi del coronavirus.

Le restrizioni, il lockdown e la progressiva ma parziale riapertura hanno determinato, infatti, una maggiore attenzione alle tante realtà vicine e proprio per questo, forse, troppo spesso sottovalutate.

E’ il caso della riscoperta del lago di Bolsena sia come realtà paesaggistica di raro splendore, sia, di conseguenza, come interessante bacino per potenziali investitori immobiliari.

Il dato emerge, in maniera dettagliata, da un report del colosso Tecnocasa che riporta: “Nel periodo del lockdown sul nostro portale si è registrato un aumento di visualizzazioni di case con spazi esterni, giardino, con metrature più ampie e presumibilmente questi saranno i nuovi driver di mercato dettati da nuove esigenze effettive.

Non è da sottovalutare l’impatto psicologico che quanto stiamo vivendo potrà avere sui potenziali acquirenti: potrebbe indurre ad essere più prudenti e ponderare bene gli acquisti ma, allo stesso tempo, dare un impulso alla casa che verrebbe vista ancora come un valido rifugio e investimento.

L’emergenza sanitaria provocata dal Covid-19 ha messo in stop tutto ma, da questa settimana, pian piano la macchina dell’economia dovrebbe ripartire, con calma e le dovute precauzioni.

A questo riguardo le località lacustri del Lazio (Bracciano e Bolsena appunto)  hanno registrato un lieve aumento: +1,6%.

Nel dettaglio: “Gli acquisti nelle zone del lago di Bolsena sono prevalentemente di prima casa con budget massimi di 200 mila €.

Gli acquisti come seconde case sono prevalentemente fatti da inglesi, tedeschi e in piccola parte da francesi con un budget che varia da 60 a 400 mila €.

Si registrano richieste di prima casa di chi desidera lasciare la città più caotica e vivere qui.

Chi cerca la casa vacanza si orienta soprattutto su Bolsena, Capodimonte e Marta.

I prezzi sono decisamente diversi e vedono in testa Bolsena (1500-2000 € al mq), Capodimonte (1200-1500 € al mq), Montefiascone e Marta (800-1500 € al mq), Valentano (600-1000 € al mq).

“Negli ultimi tempi si nota un maggiore interesse per il paese di Marta: ha prezzi contenuti, un bel centro storico ed il porto più grande.

Infatti, il Comune da un po’ di tempo sta effettuando lavori di restyling dell’arredo urbano e sta potenziando l’offerta ludica per i turisti in estate.

In aumento le attività ricettive come B&B, agriturismo e affittacamere per rispondere ad un turismo crescente negli ultimi anni” .

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui