Elezioni Consorzio di Bonifica, Camilli querela il Commissario Luciana Selmi

L'imprenditore, di fatto, denuncia il modus operandi del commissario straordinario che si sarebbe concretizzato con un impedimento della regolare tenuta delle elezioni

382
Piero Camilli Viterbese Grotte di Castro
Piero Camilli, sindaco di Grotte di Castro

Scatta la denuncia, da parte di Piero Camilli, ai danni del Commissario Straordinario del Consorzio di bonifica Valle del Paglia Superiore Luciana Selmi.

La decisione nasce dalla ben nota esclusione di tre delle quattro liste a sostegno di Camilli nell’elezione per il rinnovo del consiglio del Consorzio. L’imprenditore, di fatto, denuncia il modus operandi del commissario straordinario che si sarebbe concretizzato con un impedimento della regolare tenuta delle elezioni.

Quello denunciato da Camilli nella querela sarebbe un potenziale abuso d’ufficio da parte del Commissario Straordinario e di altri ignoti da cui, all’atto finale, una delle due parti ne sarebbe uscita favorita.

La palla passerà ora alla Procura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui