Blera con l'81,44 è il paese che ha registrato la più alta affluenza alle urne

Elezioni, è il giorno dei sindaci. Al rinnovo Civita Castellana, Blera e Bomarzo

105

Inizia stamani alle ore 9 lo spoglio delle schede per consacrare il nuovo sindaco di Civita Castellana, Blera e Bomarzo.

Buona l’affluenza degli elettori in tutti e tre i Comuni, anche se su tutti spicca il dato di Blera, l’81,44%, segue Bomarzo con il 77,23 e Civita Castellana con il 71,11 percento.

La media tra i tre paesi si attesta al 73,4%.

A Civita Castellana quattro i candidati in competizione per la fascia tricolore (in rigoroso ordine alfabetico):  Domenico Cancilla Midossi (Pd), Yuri Cavalieri (Rifondazione comunista), Luca Giampieri (FdI, Lega, Fi e civica SiAmo Civita) e Maurizio Selli (M5s).

12.380 i civitonici che si sono recati alle urne per scegliere la nuova guida amministrativa.

A Blera, per succedere al sindaco uscente Elena Tolomei, la sfida è tra Nicola Mazzarella e Luca Torelli.

A decidere i 2.655 blerani che domenica e lunedì sono andati a votare.

A Bomarzo, per lo scranno dell’uscente Ivo Cialdea, si confrontano in tre, tra cui l’unica donna candidata in queste Amministrative 2020: Patrizia Farroni (lista 5 stelle), Giovanni Lamoratta (lista Cambiamo Bomarzo e Mugnano) e Marco Perniconi (lista civica Uguaglianza).

1465 i votanti.

In questi ultimi due Comuni si prevede uno scrutinio abbastanza celere.

Più lunghi i tempi dello spoglio a Civita Castellana: oltre ai voti per i candidati a sindaco e per le liste che li sostengono, ci sono da conteggiare le preferenze per 110 candidati consiglieri e il voto disgiunto.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui