Il consiglio torna a riunirsi martedì 26 luglio, all'ordine del giorno la privatizzazione di Talete

Emergenza cinghiali, Bagnaccio e frazioni: l’opposizione interroga sindaco e giunta

92

Seduta breve ieri per la seconda assise del parlamentino di Palazzo dei Priori.

Come da accordi presi nella capigruppo che all’ordine del giorno aveva previsto la costituzione delle commissioni elettorali e, qualora ci fosse stato tempo, le interrogazioni.

Nominati i componenti delle commissioni, visto che

il termine dei lavori era fissato a mezzogiorno, i lavori sono proseguite con un’interrogazione a gruppo.

Le richieste di chiarimenti hanno riguardato vari temi: dal Bagnaccio alla delega al termalismo – attualmente l’ottavo settore, dopo il mancato rinnovo del dirigente Monaco, è vacante -, dall’emergenza cinghiali al ripristino delle frane a Roccalvecce agli interventi su Grotte Santo Stefano.

Sulla problematica degli ungulati in particolare la consigliera Ciambella ha chiesto al sindaco Frontini di attivare quanto prima un tavolo con la Regione.

La prima cittadina ha spiegato che è una questione su cui “si sta già lavorando da queste prime settimane”. Un lavoro “che dovrà concludersi con dei provvedimenti urgenti nel brevissimo periodo, e strutturati, che affrontino il problema in maniera definitiva, nel medio termine”.

Intanto la prossima settimana emanerà un’ordinanza che “dia una prima risposta”.

Per quanto riguarda gli altri temi la giunta, insediatasi da poche settimane, sta approfondendo i vari dossier per poi fornire risposte adeguate alle interrogazioni.

Prima della chiusura dei lavori è stato anche ribadito quanto deciso nella capigruppo in merito alla durata delle sedute. Quelle mattutine si svolgeranno dalle 9.30 alle 13.30 e quelle pomeridiane si concluderanno alle 20.30.

Il parlamentino di Palazzo dei Priori torna a riunirsi martedì 26 luglio per parlare di acqua pubblica e trattare la privatizzazione di Talete.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui