Emergenza idrica: la minoranza di Corchiano chiede al Prefetto il dimezzamento delle bollette

118

Corchiano da oltre un mese senz’acqua potabile.

Era il 24 luglio, infatti quando, con un’apposita ordinanza sindacale, il primo cittadino ha disposto il divieto di utilizzo pe usi diversi da quelli igienico-sanitari.

A causa del protrarsi di questa situazione il capogruppo della minoranza Bengasi Battisti ha deciso di scrivere al Prefetto, chiedendone l’intervento.

Ecco quanto dichiara l’ex sindaco sulla sua pagina fb: “Corchiano “emergenza idrica “ invitiamo il Sindaco quale unica e massima autorità sanitaria locale a chiarire sulla potabilità delle case dell’acqua“ .

In attesa dei chiarimenti prudenzialmente invitiamo i Cittadini che ci hanno sollecitato a non utilizzarla. Noi come Consiglieri abbiamo scritto ufficialmente anche al Prefetto ….

E’ da più di un mese che in virtù di un’ordinanza sindacale del 27 luglio i cittadini di Corchiano sono sprovvisti di acqua potabile ( per la precisione non destinabile a scopo umano ) .

In qualità di Consiglieri Comunali abbiamo chiesto alla Talete di mettere in atto tutte le misure per rendere l’acqua immediatamente utilizzabile e il dimezzamento delle bollette per il periodo relativo alla erogazione di acqua non destinabile a scopo umano.”

La risposta, se arriverà, sarà inevitabilmente motivo di accese discussioni, creando un chiaro precedente anche per tutte le altre amministrazioni locali in mano alla società.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui