Emergenza storni, al Paolo Savi Arena porta poiane e falchi

Se in alcune zone della città i dissuasori, coadiuvati da una costante pulizia delle strade, stanno già portando i loro frutti, altrove la situazione è ancora problematica

260

L’emergenza “storni” è, da settimane, una realtà a Viterbo.

Se in alcune zone della città i dissuasori, coadiuvati da una costante pulizia delle strade, stanno già portando i loro frutti, altrove la situazione è ancora problematica.

Lo stesso Paolo Savi nelle giornate di lunedì e martedì è stato costretto alla chiusura a causa dell’emergenza igienica portata dal guano degli storni. Nella mattinata di oggi il sindaco Giovanni Arena ha aperto, proprio nel cortile del liceo, all’utilizzo di rapaci per allontanare gli uccelli che stanno invadendo la città: “Oltre ai dissuasori sonori, anche gli uccelli rapaci come la poiana in azione per allontanare le migliaia di storni che hanno invaso la città”.

Riuscirà l’impiego dei cacciatori volatili a contrastare un’emergenza ormai da settimane insistente sul territorio viterbese?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui