Chiara Frontini al lavoro per la composizione della giunta, sarà resa nota entro 48 ore

“Essere il primo sindaco donna è il segnale che Viterbo è pronta per il cambiamento”

144

Chiara Frontini, primo sindaco donna di Viterbo.

Parlando con le persone in giro per la città, oltre alla fiducia e alle aspettative che ripongono in lei come prima cittadina, colpisce il fatto che in molti sottolineano la sua grande energia. Una caratteristica che in una città vissuta negli ultimi dieci-quindici anni in uno stato di torpore, non solo amministrativo, risulta essere un valore aggiunto da sommare alla capacità di programmazione, di pianificazione e competenza dimostrate dalla Frontini negli anni e durante la campagna elettorale.

A testimonianza della grande vitalità, nonostante i numerosi impegni che l’hanno vista occupata nel primo giorno da sindaco, è riuscita a trovare il tempo anche per rilasciare un’intervista alla nostra testata.

Ci racconta l’emozione di essere sindaco e con una percentuale così alta, se l’aspettava?

“Un’emozione grandissima, cresciuta e nutrita giorno dopo giorno dal confronto quotidiano e dal contatto con i cittadini, che viene da 9 anni di attività al servizio di Viterbo. Anche se sapevamo di essere i favoriti e sentivamo la vicinanza della città e l’aria di libertà, di coraggio e di cambiamento alla quale abbiamo sempre fatto appello, il risultato è stato comunque superiore alle aspettative. Risultato dovuto anche alla tenuta dell’affluenza: Viterbo è stato un Comune relativamente virtuoso in questo. È la dimostrazione che un progetto civico sano, autentico, partecipato riesce là dove la politica fallisce: coinvolgere i cittadini”.

La valenza e il valore di essere il primo sindaco donna di Viterbo?

“La storia di Viterbo è attraversata da grandi figure femminili: era ora che Viterbo avesse il suo primo sindaco donna, e per me esserlo rappresenta un onore e una gioia indescrivibili. Credo sia anche il segno che Viterbo è pronta per il cambiamento”.

La primissima cosa da fare come sindaco?

“La proroga delle agevolazioni sulla TOSAP per bar, locali e ristoranti. La città ha dato una bellissima immagine di vitalità con i tavolini e i dehors ad accogliere turisti e residenti: questa è la città che vogliamo, viva e partecipata. A seguire, due impegni prioritari, uno di gestione e uno legato allo sviluppo: la cura del verde pubblico con il taglio dell’erba e l’istituzione del settore dedicato ai servizi a domanda individuale di cittadini, imprese e liberi professionisti”.

A parte gli assessori alla Cultura e alla Bellezza, di cui si conoscono i nomi, da chi sarà formata la nuova giunta?

“La Giunta comunale sarà varata a tempo di record, questione di pochi giorni, anzi: direi entro 48 ore. A breve pertanto comunicheremo tutti i nomi”.

Quando sono previsti l’insediamento in Comune e la convocazione del Consiglio?

“Nominata la Giunta, inizieremo subito le pratiche necessarie. Direi entro la fine della prossima settimana”.

Chiara Frontini cosa si sente di dire ai suoi elettori e a tutti i viterbesi?

“Grazie, innanzitutto grazie. Per la fiducia, per le emozioni, per i suggerimenti. Per averci dato modo di raccontare il nostro programma, “La città possibile”. E grazie perché ci aiuteranno a realizzarlo: un programma partecipato e condiviso ha bisogno delle forze e delle competenze di tutti”.

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui