120 serate dal primo luglio sino a fine ottobre e De Carolis preannuncia ma non svela anche una sorpresa

Estate viterbese all’insegna di cultura e intrattenimento, tra i protagonisti Max Pezzali e Maurizio Battista

193

Cultura e intrattenimento dal primo luglio a fine settembre.

120 eventi tra teatro, danza, musica, cinema dal primo luglio a fine ottobre per il ricco calendario dell’Estate viterbese 2021.

“Una corsa contro il tempo – sottolinea l’assessore a Cultura e Turismo Marco De Carolis – per la situazione di incertezza, dovuta alla pandemia, con gli uffici che hanno lavorato alacremente da metà giugno per poter far partire gli appuntamenti dal primo luglio”.

A testimonianza di quanto l’amministrazione punti sulla cultura, l’assessore rivendica “negli ultimi tre anni abbiamo investito oltre un milione di euro. Perché la cultura è economia e crea turismo”.

E per il cartellone di questa Estate viterbese “oltre 300mila euro, tenendo conto anche dei contributi che il Comune ha concesso alle attività commerciali per promuovere intrattenimento e musica dal vivo, e senza considerare la stagione teatrale di Ferento”.

A proposito di stagione, stamani in particolare focus su quella organizzata da Atcl dal 25 luglio al 6 settembre.

Luca Fornari, amministratore delegato Atcl, prima di illustrare i prossimi appuntamenti ha tenuto a sottolineare il grande successo riscontrato dagli eventi, in streaming, prodotti in primavera e riproposti da Rai cultura, di fatto per Fornari “una certificazione dell’altissimo livello dell’offerta culturale, andato ben oltre la città di Viterbo”.

“Si torna in piazza San Lorenzo con la prosa e con protagonisti quali Iaia Forte e Alessandro Preziosi ma anche spettacoli dal vivo come ‘Tammurriata rock’ con Enrico Capuano”.

Dieci le serate firmate Atcl “un’offerta arricchita rispetto alla convenzione” che vedrà anche degli appuntamenti a Prato Giardino, tra cui certamente di gran richiamo il concerto di Max Pezzali e l’intrattenimento di Maurizio Battista.

Nel suo saluto il sindaco Giovanni Arena evidenzia che “nonostante le difficoltà legate al particolare periodo che stiamo attraversando, con il cartellone dell’Estate viterbese vogliamo dimostrare che Viterbo è una città che vive, che vuole fare passi avanti per promuovere turismo, enogastronomia e cultura”.

E, ricordando che nella classifica riportata da il Sole 24ore Viterbo è quarta nella top ten delle località nazionali ed europee più ambite dai turisti, afferma: “Abbiamo reso la città più accogliente e organizzato un’Estate viterbese in cui quasi ogni sera si può godere di eventi culturali”.

In chiusura De Carolis annuncia che è prevista anche una sorpresa, ma per ora è top secret.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui