Estorcono soldi e minacciano una donna, in arresto due aguzzini a Bolsena

Sorpresi in flagranza di reato, sono ora ai domiciliari. Continuano le indagini per trovare altre possibili vittime dei due aguzzini

545

Minacciavano una donna di ritorsioni sulla sua persona e sui suoi cari, a Bolsena due arresti per estorsione. I due uomini, di età rispettivamente di 70 e 78 anni sono sta tratti in arresto dalla Squadra Mobile di Viterbo, sorpresi in flagranza di reato.

La donna, a causa di difficili condizioni economiche, avrebbe chiesto un prestito ai due uomini. Nel giro di poche ore, però, avrebbe dovuto restituire il doppio della somma. In caso contrario vi sarebbero state ritorsioni su di se e sui suoi parenti più vicini.

Spaventata, la donna, ha allora deciso di allertare le forze dell’ordine che, in accordo con la Procura di Viterbo, avrebbero stabilito un piano d’azione per l’arresto dei due aguzzini. Alla vittima sono state fornite delle banconote con numero progressivo registrato da consegnare agli estorsori in luogo ed orario prestabiliti, in modo da poter intervenire nell’immediatezza e sorprenderli in flagranza di reato.

Effettuato lo scambio, sotto il vigile occhio delle forze dell’ordine, è allora scattato il blitz che ha portato gli uomini della Polizia di Stato a bloccare i due estorsori all’interno dell’auto, con il denaro ancora in mano.

Tratti in arresto, durante la perquisizione del domicilio sono state raccolte prove del reato, tra cui una copia del documento d’identità della donna, loro utile per un eventuale riconoscimento e ricerca punitiva in caso di mancata restituzione della somma richiesta, dei coltelli ed una pistola con relative munizioni.

Tratti in arresto, il GIP ha disposto per i due indagati la misura dell’obbligo di dimora presso il comune di Bolsena.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui