Etruschi artigiani: identità e fascino. La grande mostra di Tarquinia e Cerveteri

Gli elementi stilistici e strutturali dei prodotti esposti potrà dare evidenza anche alle linee di affinità tra le due importanti città etrusche. Una mostra che è anche un omaggio a Massimo Pallottino nel 110° della nascita (1909)

804

Sono duplici i motivi d’interesse collegati alla mostra “Etruschi maestri artigiani; nuove prospettive da Tarquinia e Cerveteri”, in programma dal 25 luglio al 31 ottobre 2019 a Tarquinia e Cerveteri; motivi di scenario e motivi di contenuto. I motivi di scenario sono diversi e conseguono al fatto che la mostra integra, in un percorso unitario, quattro importanti siti della storiografia etrusca: il Museo e la Necropoli di Cerveteri e il Museo e la Necropoli di Tarquinia; che l’intera area, dal 2004 è stata consegnata allo status di patrimonio culturale dell’umanità dell’UNESCO (United Nations Educational Scientifical and Cultural Organization) e che il soggetto promotore è il Polo Museale del Lazio, diretto da Edith Gabrielli, inserito nell’Artcity Estate 2019, il network del Ministero per i beni e le attività culturali (MiBAC) che mette in rete le iniziative dei musei italiani.

Di grande interesse anche i motivi di contenuto: la mostra, curata da Andrea Cardarelli e Alessandro Naso vuole richiamare l’attenzione degli studiosi e del pubblico più sensibile su una delle maggiori espressioni identitarie della civiltà etrusca: il suo artigianato. L’evento riunisce in un unico percorso
espositivo molti capolavori della cultura artistica e materiale etrusca ed accoglie diversi importanti prestiti, quali le ceramiche provenienti dal Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia di Roma, preziosi manufatti della Tomba Regolini Galassi, solitamente esposti presso i Musei Vaticani (si tratta in realtà di un ritorno perché furono scoperti proprio a Cerveteri).

Gli elementi stilistici e strutturali dei prodotti esposti potrà dare evidenza anche alle linee di affinità tra le due importanti città etrusche. Una mostra che è anche un omaggio a Massimo Pallottino nel 110° della nascita (1909).

Orari: Museo Nazionale Archeologico Cerite di Cerveteri: da martedì a domenica dalle ore 8.30 alle 19.30. La biglietteria chiude alle ore 18.30. Museo Archeologico Nazionale di Tarquinia: da martedì a domenica dalle ore 8.30 alle 19.30. La biglietteria chiude alle ore 18.30. Costi: 6€ biglietto intero; 2€ ridotto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui