Evasione dell’Iva per un milione di euro, società “stoppata” dalla Dogana

La ditta che importava prodotti plastici ha sede a Civitavecchia

227

A seguito di cooperazione amministrativa con organismi paritetici europei, i funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli di Viterbo (sot della sede di Civitavecchia) hanno concluso un’attività di verifica nei confronti di una società, dichiarata avere sede legale a Civitavecchia, che effettuava acquisiti di materie prime plastiche all’interno dell’Unione Europea individuando una frode in materia di IVA.

L’attività sinergica dei vari organismi europei interessati ha portato alla scoperta di sedi della società del tutto inesistenti, dell’occultamento di scritture contabili nonché all’omissione di ogni obbligo fiscale per l’anno 2017. Il risultato raggiunto ha comportato l’interruzione delle attività fraudolente e il recupero dell’IVA evasa per un ammontare di circa un milione di euro. Gli autori dei reati ipotizzati sono stati denunciati alla competente Procura della Repubblica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui