Faccia a faccia con l’orso sul balcone, uomo terrorizzato si lancia e rimane ferito

132
L'orso nella fontana di un centro del Frusinate

Quanto accaduto nei giorni scorsi in Ciociaria, ed esattamente a San Donato Valcomino, dove un orso marsicano era stato immortalato mentre si dava una rinfrescata in una fontana del paese a pochi chilometri dall’Abruzzo (https://www.lamiacittanews.it/orso-bruno-si-fa-il-bagno-in-una-fontana-nel-frusinate/), non è stato un caso isolato. Eh no. Tanto che c’è qualche amministratore del comprensorio che ritiene sia necessario “imparare a convivere con questi animali”.

Solo che all’uomo di Pescosolido, sempre nel Frusinate, che si è ritrovato faccia a faccia con l’orso è venuto un colpo.

I fatti. L’orso marsicano è praticamente entrato nel giardino di un’abitazione e marito e moglie si sono ritrovati quasi faccia a faccia con il plantigrado. È accaduto nel piccolo comune vicino a Sora. L’uomo, richiamato da alcuni rumori, mentre stava verificando con la consorte quanto stava accadendo, sarebbe caduto e avrebbe riportato escoriazioni e dolori all’anca.

Il fatto, come riportato da Corriere.it è stato divulgato attraverso la pagina Facebook “Sei di Pescosolido se…”. Nel pieno della notte i due coniugi si sono ritrovati davanti a un orso marsicano e la paura è stata davvero tanta. “Sentendo rumori provenire dal terrazzo della camera da letto al primo, incauti, incoscienti pensando a qualche malintenzionato – racconta la donna – siamo usciti con le luci dei telefonini. Io ho urlato praticamente in faccia all’orso: “chi c’è lì?”. E per risposta l’orso mi ha rugliato in faccia cercando di raggiungermi con una zampata. Alla debole luce del telefonino sono riuscita a contare tutti i denti che aveva in bocca più la lingua rossa, con un salto all’indietro sono rientrata dalla portafinestra a quattro metri di distanza. Mio marito che si trovava nell’angolo alla mia destra vedendosi braccato poiché intanto l’orso aveva scavalcato, si è visto costretto a buttarsi di sotto”.

L’uomo sarebbe stato costretto a fare un salto di alcuni metri per evitare l’orso. Prosegue il racconto: “Fortunatamente è caduto dal lato basso, tre metri, perché dall’altro lato sono sei. La caduta è stata veramente brutta, ha dolori dappertutto, soprattutto all’anca e al bacino, ed escoriazioni su tutto il lato destro. Forse da intervento del 118. Dopodomani faremo accertamenti. L’orso spaventato è scappato via probabilmente da dove è arrivato”.

Da quanto è stato ricostruito, la donna, trovandosi sul balcone con l’orso, presa dal panico avrebbe chiuso la finestra lasciando però fuori il marito che, a quel punto, per sfuggire ha deciso di lanciarsi nel vuoto per alcuni metri restando ferito. L’uomo si è procurato una frattura al bacino. “Abbiamo spesso presenza di orsi nel nostro paese – ha dichiarato il sindaco Donato Enrico Bellisario -, ma un episodio così ravvicinato non si era mai verificato. L’orso, dopo il suo ingresso in giardino, è salito sul balcone. Era però un piccolo esemplare, come accertato dal personale del parco nazionale d’Abruzzo. Credo – ha concluso il sindaco – che anche qui dobbiamo imparare un po’ a convivere con questi animali, come accade a Pescasseroli, Villetta Barrea e altri comuni del Pnalm, parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise”.

Pescosolido è un piccolo centro al confine con l’Abruzzo, nella zona di protezione del Pnalm. Una settimana fa nel paese alcuni animali sono stati sbranati, pare da un orso. E tra i cittadini adesso non mancano i timori: “È da un po’ che girano nel territorio di Pescosolido – hanno scritto – ed è bene fare attenzione: non bisogna spaventarli”. E c’è chi non risparmia critiche: “Ringraziamo l’ente Parco – ha polemizzato Mario Filo Marchione – che in seguito a una politica di espansione territoriale sta sottoponendo la popolazione a questi rischi, con l’assenso delle amministrazioni locali”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui