Per dire NO alla violenza contro le donne

Femminicidi, tre donne uccise a poche ore di distanza. Una panchina rossa a Caprarola

480

Due coltellate alla gola, due tragici copioni che si ripetono a poche ore di distanza spezzando le vite di due donne. E poi, ancora, un omicidio-suicidio nel Bresciano. Marylin Pera, 39 anni, è stata uccisa a Vigevano dall’uomo con cui conviveva da poche settimane. Un’altra vittima, Silvia Manetti, 46 anni, ha trovato la morte per mano del compagno a Monterotondo Marittimo, nel Grossetano. A Cazzago San Martino, in provincia di Brescia, un omicidio-suicidio.
L’amministrazione comunale invita la cittadinanza a riflettere attentamente su questi accadimenti e su questo terribile fenomeno.
Per non dimenticare e per non esimerci dal fornire un segnale di sensibilizzazione rivolto alle nuove generazioni, abbiamo installato una panchina dipinta di rosso nel Parco delle Scuderie, simbolicamente occupata dalle numerosissime donne vittime di violenza, pensata per trasmetterne la memoria e restituire loro il posto che occupavano al cinema, a scuola, in autobus, prima che un uomo decidesse di porre fine alla loro vita.

Si ringrazia per la collaborazione l’ Associazione Mafalda e l’associazione Altre di Civita Castellana, Proloco Caprarola e l’artista Silvia Cristofori.
Inaugureremo l’installazione insieme all’Ostello Farnese.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui