Ferito il cuore di Viterbo! Vandali deturpano muro a San Pellegrino

"Siamo come una terra senza confine…" Si legge sul muro. A corredo di un elegantissimo "Viva la f..." riportato sulla pavimentazione adiacente

580
scritte san pellegrino
Le scritte oscene comparse sul percorso rialzato, foto di un residente

Ennesimo atto vandalico nel centro storico di Viterbo. Questa volta a fare le spese della maleducazione di certi “cittadini” è stato il percorso rialzato che si trova all’angolo tra via San Pellegrino e via Grotti.muro san pellegrino

Qui, sui muri medievali – che dovrebbero rappresentare un “vanto” e una ricchezza per la nostra città – hanno fatto di recente la loro comparsa scritte dal contenuto a dir poco osceno, realizzate con la vernice nera. Il novello “poeta”, autore di tali obbrobri, ha pensato bene di aggiungere all’opera anche dei versi ripresi da un celebre brano del cantante Eros Ramazzotti.

“Siamo vetro sottile siamo duri a morire,

Siamo fiori in un campo pieno di mine,

Siamo come una terra senza confine…” Si legge sul muro. A corredo di un elegantissimo “Viva la f…” riportato sulla pavimentazione adiacente.

Per quanto ancora si permetteranno tali atti denigratori per Viterbo e il suo centro storico? Senza un adeguato sistema di videosorveglianza sulla via – che funga da “deterrente” verso certi soggetti – sembra difficile vedere la luce.

E mentre i residenti sui social descrivono quanto accaduto in via San Pellegrino come un atto “volgare, ignobile e vergognoso”, la speranza è che l’amministrazione accolga il loro appello e si mobiliti quanto prima per salvaguardare la città e la sua storia, che ne è parte integrante.muro san pellegrino

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui