Ferrovie, arrestati due borseggiatori e un ricercato internazionale

Questo è il bilancio dell’attività messa in campo dal personale della Specialità della Polizia  Ferroviaria del Compartimento per il Lazio nel corso della settimana scorsa con l’impiego su tutto il territorio regionale di 637 pattuglie. 

392
stazione orte

4704 identificati; 3 arrestati;  15 denunciati in stato di libertà;  125  pattuglie impiegate a bordo treno  per   263  treni scortati,   16 contravvenzioni amministrative di cui 3 contestate in materia ferroviaria.

Questo è il bilancio dell’attività messa in campo dal personale della Specialità della Polizia  Ferroviaria del Compartimento per il Lazio nel corso della settimana scorsa con l’impiego su tutto il territorio regionale di 637 pattuglie.

Nella giornata di ieri 2 giugno,  alla stazione ferroviaria di Roma Termini, gli agenti della Squadra di Polizia Giudiziaria  del Compartimento di Polizia Ferroviaria per il Lazio hanno arrestato due borseggiatori, di origine cubana, autori di un furto di  una borsa ai danni di un turista. Gli agenti in servizio nella stazione hanno notato i due cubani farsi dei cenni e seguire un turista. Una volta raggiunto l’ignaro viaggiatore uno dei due manolesta lo ha  distratto  chiedendogli informazioni varie mentre l’altro approfittava della distrazione provocata dal complice per sottrarre la borsa poggiata su un trolley. Appena in possesso della refurtiva, i due stranieri,  hanno tentato di guadagnare la fuga prendendo direzioni diverse ma sono stati immediatamente bloccati dalla pattuglia delle Polizia Ferroviaria ed arrestati.

Il secondo arresto è stato effettuato dalla pattuglia di Polizia Ferroviaria in servizio presso la stazione di Roma Tiburtina il 28 maggio scorso. Infatti, il personale Polfer,  ha sottoposto  a controllo un cittadino di nazionalità argentina che è risultato  destinatario di un mandato di arresto internazionale emesso dalle autorità argentine nello scorso mese di febbraio. Il ricercato è stato arrestato perché responsabile di contrabbando di valuta statunitense per un ammontare di circa 120.000 USD.

È stato immediatamente fermato, invece, alla stazione Roma Termini il cittadino italiano  che sabato 1 giugno si aggirava con una pistola scacciacani. L’uomo, segnalato da personale ferroviario,  è stato subito individuato e sottoposto a controllo  da una pattuglia di Polizia Ferroviaria. L’arma è stata sottoposta a sequestro e l’uomo denunciato all’Autorità Giudiziaria.

Sono quattro le persone, di origini  rumene,  che sono state sottoposte nella settimana scorsa, a provvedimento di  allontanamento dalla struttura Ferroviaria, ai sensi delle disposizioni in materia di sicurezza delle città. Le stesse,  sono state sorprese e sempre all’interno della stazione Roma Termini, dal personale della Squadra di Polizia Amministrativa Compartimentale, mentre recavano disturbo ai viaggiatori.

Si legge in un comunicato della Questura di Viterbo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui