Festa della Polizia. San Michele Arcangelo ha protetto i componenti del coro

Durante la celebrazione si è staccato un pezzo di stucco dal soffitto finendo vicinissimo al coro

260

sagginiQuesta mattina presso la Chiesa di S. Angelo in Spatha, in Piazza del Plebiscito, si è celebrata la festa di San Michele Arcangelo. Alla cerimonia erano presenti tutte le autorità civili, militari e religiose del capoluogo.

La messa è stata officiata dal vescovo di Viterbo Lino Fumagalli che nella sua omelia, ha ricordato come le forze di Polizia siano una garanzia a salvaguardia della dignità di tutte le persone. Ha poi aggiunto che la loro presenza, aiuta la società a crescere sana.

stucco chiaveAll’elevazione una sorpresa: uno stucco in gesso si è staccato dal soffitto, ed è caduto a 50 centimetri dal coro. Nessuno si è mosso e la cerimonia ha proseguito il suo regolare svolgimento. Il mio pensiero in quel momento è andato a Siena dove, circa 5 anni fa, una pietra non tanto grande, staccatasi dal timpano di una Chiesa, colpì in testa l’ambasciatore di gemellaggio di Avignone, facendolo morire sul colpo. Infatti, non è tanto la dimensione di ciò che cade, ma è l’altezza da dove cade, a determinarne la pericolosità. Lo stucco della Chiesa di S. Angelo si è staccato da una altezza di più di dieci metri, e poteva essere molto pericoloso.

La pattuglia davanti a Palazzo dei Priori
La pattuglia davanti a Palazzo dei Priori

Anche il questore Macera ha tenuto un suo discorso commemorativo, sottolineando come a Viterbo, oggi più che mai serva la collaborazione di tutte le istituzioni, per evitare che continuino ad accadere i fatti registrati in Via Cairoli. Per l’occasione a Viterbo è giunta anche una pattuglia di due agenti a cavallo, che fa molto coreografia. Al termine è stato offerto un rinfresco nei giardini di Palazzo dei Priori.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui