Il Capo della Polizia, tuttavia, ha ribadito che lui e i suoi uomini non eseguiranno l'ordine

Filippine, il presidente Duterte ordina di sparare a chi non rispetta la quarantena

191

Il Coronavirus continua ad alimentare l’odio nel mondo, nelle Filippine, il Presidente Rodrigo Duterte ha infatti ordinato alle forze dell’ordine di “sparare a morte” chiunque evada la quarantena o causi problemi nelle zone in lockdown.

L’ordine, tuttavia, non sarà rispettato dalla polizia filippina, come ha sottolineato il suo capo.

L’ultima escadescenza del leader Duterte si aggiunge alle altre recenti, e criticatissime, decisioni “estreme”, fortunatamente mai realizzatesi. Tra le più discusse, quella di voler sterminare – letteralmente – tutti i tossici del Paese, così da fermare il dilagare del narcotraffico.

Ancora una volta, il Presidente Duterte ha manifestato il carattere iroso e ferreo che lo caratterizza ma che, con molta probabilità, gli ha permesso di conquistare la fiducia dei filippini durante le elezioni del 2016.

Attualmente sono circa 2600 i casi confermati di positivi al nuovo coronavirus nelle Filippine, dove si sono superati i 100 morti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui