L'episodio è avvenuto poco dopo la mezzanotte in via Sulmona

Filippino accoltella due poliziotti e viene ucciso a Milano

55
polizia

MILANO- Agenti della polizia aggrediti da un 45enne di origine filippine.

Ieri, intorno a mezzanotte, due agenti della Polizia di 22 e 36 anni, sono rimasti feriti in modo non grave dopo l’aggressione di un uomo – un pregiudicato – che ha cercato di prenderli a coltellate, per chissà quale causa.

I poliziotti erano stati chiamati dai residenti dopo che hanno notato l’uomo che si aggirava per le vie di Milano, armato di coltelli, minacciando i passeggeri.

Dapprima, hanno cercato di fermarlo poi sono stati costretti ad usare uno sfollagente. Dopo la caduta del primo agente, il secondo decide di sparare: un colpo che ha portato il filippino alla morte.

Il leader della Lega, Matteo Salvini, chiede il taser per le forze dell’ordine, nei casi in cui non riuscissero a difendersi. “Spero che adesso nessuno se la prenda coi poliziotti, che sono stati costretti a intervenire per evitare altra violenza. Una preghiera per il morto con l’auspicio che le Forze dell’Ordine vengano dotate della pistola a impulsi elettrici che viene usata in molti Paesi in tutto il mondo (ma ancora non in Italia)”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui