Superati anche dal Mozambico, che è 127°

Fisco, il peso aumenta di altri 6 punti in Italia: imprese penalizzate da burocrazia e costi esagerati

467

In Italia cresce il carico fiscale, ad attestarlo è il rapporto di “Paying Taxes 2020” ripreso da IlSole24Ore, che mostra come quest’anno i profitti commerciali delle imprese italiane (grandi o piccole) siano stati penalizzati del 59,1%. Un aumento di ben 6 punti che trascina “lo stivale” al 128° posto sui 190 Paesi presi in esame dallo studio realizzato dalla Banca Mondiale e da Pwc.

Un consistente calo rispetto al già non roseo report dell’anno precedente, che vedeva l’Italia alla 116° posizione.

A maggiorare il carico è, come sempre, un cocktail di costi e di burocrazia.

Nel resto del mondo, il carico fiscale medio è pari al 40,5%, dato ben lontano da quello italiano, che peggiora – addirittura – se si considera la media europea (38,9%).

Come riporta IlSole24Ore, l’incremento di 6 punti è riconducibile principalmente dal venir meno degli sgravi contributivi introdotti come misura temporanea e poi non stabilizzati.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui