L'organizzazione produttrice di nocciole, con sede a Caprarola, ha chiesto il sospendere il divieto di utilizzo dei fitofarmaci stabilito dal Comune di Nepi

Fitofarmaci, Assofrutti presenta ricorso al Tar contro l’ordinanza del sindaco di Nepi

156
ph: Massimo Fornicoli

Fitofarmaci, è scontro tra Assofrutti e il comune di Nepi, che di recente ne ha vietato l’utilizzo.

L’organizzazione produttrice di nocciole, con stabilimento a Caprarola, ha infatti presentato ricorso al Tar per chiedere l’annullamento del divieto, con preventiva sospensione dell’ordinanza del sindaco di Nepi Franco Vita.

“Tutti oramai sono a conoscenza del fatto che molti produttori di nocciole , associati ad Assofrutti, hanno investito consistenti somme nel nostro Comune, forse sperando di poter operare con libertà con l’acquisto di terreni, ritenendosi conquistatori”, scrive il primo cittadino, aggiungendo di essere già in contatto “con il Biodistretto della Via Amerina per contestare con dati scientifici quanto affermato da Assofrutti. Impiegheremo tutte le nostre forze e le conoscenze scientifiche per contrastare chi, spinto solo dal guadagno oltre misura, vuole invadere il nostro territorio e ridurre la salubrità del nostro ambiente distruggendo la biodiversità”.

“Noi non siamo contro gli agricoltori, – prosegue ancora Vita – lo sono coloro che li spingono ad un uso scorretto dei terreni a danno della loro stessa salute . La vita umana vale molto di più di qualche quintale di nocciole!”.

“Nel momento in cui molti coltivatori si stanno orientando verso le coltivazioni biologiche e si parla di transizione ecologica, il ricorso di Assofrutti evidenzia una cultura agricola vecchia nei metodi e spinta solo dal guadagno eccessivo, che già tanti danni ha provocato alla biodiversità. Restiamo tutti uniti e alla fine tutti vinceremo”, ha concluso.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui