Questa mattina la manifestazione in Piazza del Comune a Viterbo

Flash mob contro rifiuti da Roma e coprifuoco, Matteucci: “Partecipazione attiva? Tutte chiacchiere e tastiera”

103

“Una volta si diceva ‘Sei tutto chiacchiere e distintivo’ ora trasformato in ‘Tutto chiacchiere e tastiera”.

Lucio Matteucci di Viterbo Civica è uno che non le ha mai mandate a dire. E con questa frase rimarca che a dar retta ai commenti postati sui social per temi che fanno molto discutere i cittadini, in piazza ogni volta ci dovrebbero essere delle adunanze oceaniche invece…

Comunque lui tira avanti per la sua strada e stamattina ha dato vita a un flash mob in piazza del Comune.

“Avevo previsto una ventina di presenze, numero per il quale avevo chiesto regolare autorizzazione alla Questura, e così è stato”.

“Tutti distanziati e con mascherina e non abbiamo messo neanche una persona in più” tiene a sottolineare per evitare che poi i soliti leoni da tastiera trovassero qualcosa da criticare.

Poi spiega i motivi del flash mob: “Per protestare contro le 21mila tonnellate di rifiuti che ci stanno inviando a Viterbo da Roma e dalle altre province”.

Ma non solo.

La contestazione riguarda anche “l’assurdo coprifuoco alle 22 che mette in ginocchio tutte le attività e le professionalità che gravitano attorno al mondo del turismo, tra cui chi è titolare o gestisce strutture ricettive”.

E rivela: “Abbiamo avuto delle disdette perché la gente adesso se ne va in Grecia e in Spagna. Mentre in Italia – chiosa – invochiamo i turisti per poi tenerli però la sera chiusi in casa”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui