Duro sfogo del Presidente della Viterbese Romano dopo l'incontro di ieri contro la Fermana, conclusosi con uno 0 a 0

“Forse aveva ragione Camilli a dire che a Viterbo non si può fare calcio…”

129
In foto il Presidente della Viterbese Marco Arturo Romano

“A giugno me ne vado da Viterbo! Salveremo la squadra al 99% poi consegneremo il gagliardetto come simbolo al Sindaco, ai tifosi o qualche imprenditore che vorrà subentrare”.

Duro sfogo da parte del Presidente della Viterbese Marco Arturo Romano dopo l’incontro di ieri pomeriggio contro la Fermana, terminato con uno 0 a 0.

“La contestazione che ho visto oggi (ieri, ndr) durante la gara mi ha deluso in maniera profonda perché sembra vogliamo distruggere la Viterbese e non è così. – ha aggiunto Romano – Forse aveva ragione Camilli a dire che a Viterbo non si può fare calcio e questa contestazione di 4 scemi, come diceva proprio lui, non mi è piaciuta. Spero di lasciare la Viterbese nella massima categoria della sua storia e non un brutto ricordo”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui