Forza Italia ci crede: “Centrodestra unito, ripartiamo da Viterbo per costruire il futuro!”

Grande affluenza al congresso provinciale di Forza Italia. Assente Tajani, ma gli alleati di Lega, Fondazione e FdI non mancano all'appello.

316
Congresso Forza Italia Viterbo
Il sindaco di Viterbo, Giovanni Maria Arena

Comincia una nuova era per Forza Italia. Il congresso provinciale del partito, tenutosi nel pomeriggio a Vitorchiano, rappresenta una rinascita, un’occasione per dire che Forza Italia non molla e punta ad affermarsi sempre di più nello scenario politico provinciale e nazionale.

“Siamo in una fase di ripresa dopo un momento difficile – ha detto il sindaco di Viterbo Giovanni Arena – fondamentale per Forza Italia è il sostegno degli altri gruppi di centrodestra, Lega, Fratelli d’Italia e nel nostro Comune il movimento civico Fondazione”. Il ringraziamento di Arena va in particolare al senatore leghista Umberto Fusco: “Compiamo un anno di amministrazione a Viterbo, di problemi da risolvere ce ne sono stati tanti e grazie al senatore Fusco ho potuto lavorare nel migliore dei modi”.

Il senatore leghista Umberto Fusco

Fusco ha risposto ribadendo l’importanza dell’unione tra i gruppi politici del centrodestra: “In un momento come questo per dare un segno forte occorre fare delle scelte condivise, così si risolvono i problemi dei cittadini. Oggi Forza inizia un nuovo cammino e ha il sostegno della Lega”. Riguardo alla situazione in Regione, Fusco scuote il capo: “Spero che Zingaretti se ne vada presto a casa – ha continuato il senatore – non c’è dialogo con la Provincia e sembra che qua arrivino tutti i problemi della Regione”. Raffaele Nevi, presidente del congresso provinciale di Viterbo, ha Senatore Francesco Battistoni, vice coordinatore regionale di Forza Italia.

 

Massimo Giampieri, coordinatore provinciale Fratelli d’Italia

Massimo Giampieri, coordinatore provinciale Fratelli d’Italia, ha detto che se in passato ci sono state divisioni nei partiti di centro-destra è stato per colpa dei personalismi e non a causa di ideologie differenti. “Fratelli d’Italia fa il suo augurio a Forza Italia per questo congresso, con cui getta le basi per il futuro – ha aggiunto Giampieri – speriamo nella possibilità di mettere insieme le forze di centrodestra ovunque nella provincia”. Presente in sala anche il senatore di Fratelli d’Italia Francesco Battistoni, i rappresentanti dell’amministrazione comunale viterbese e i sindaci e vicesindaci di alcuni Comuni della provincia.

Alessia Mancini, in rappresentanza del movimento civico Fondazione

A seguire l’assessore Alessia Mancini, in rappresentanza del movimento civico Fondazione di Viterbo, ha sottolineato la vicinanza e il sostegno del suo gruppo a Forza Italia. “La forza di Viterbo sta nella coesione e nell’unità tra le forze di centrodestra – ha detto la Mancini – per questo Fondazione sostiene il sindaco Arena, come aveva già fatto all’epoca della giunta Marini”. Per il coordinatore provinciale uscente Dario Bacocco sono stati quattro anni intensi, per nulla facili. “Forza Italia non ha raggiunto il risultato sperato alle ultime elezioni nazionali – ha spiegato Bacocco – ma a livello provinciale abbiamo resistito. Alle amministrative Forza Italia ha fatto la differenza a Viterbo e in tutta la provincia”.

 

Alessandro Romoli, nuovo coordinatore provinciale di FI

Il nuovo coordinatore provinciale eletto è Alessandro Romoli, sindaco del Comune di Bassano in Teverina. Per lui, “la Forza Italia che verrà deve essere fondata sulla partecipazione, sul consenso moderato di persone che sanno ragionare. È tempo di superare le discordie sulla gestione del partito, investire sui giovani e ribadire che Forza Italia non è inferiore a nessun altro gruppo politico”.

 

 

 

 

 

Il senatore di Fratelli d’Italia Francesco Battistoni ha detto di aver voluto fortemente questo congresso. “Celebrare i congressi è sempre positivo – ha detto Battistoni – e la presenza dei rappresentanti dei vari partiti di centrodestra oggi è un segnale importante. Il centrodestra è in netta maggioranza nel Paese, dobbiamo ripartire da questa alleanza e parlare delle problematiche che si sono. Possiamo avere visioni diverse sulle cose, ma ciò non ci impedisce di combattere insieme”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui