Riceviamo e pubblichiamo

Forza Italia risponde alla Lega: “Solo incoerenza!”

794
Civita Castellana Palazzo Comunale

La giornata di Pasquetta inizia nel migliore dei modi per Forza Italia a Civita Castellana grazie al referente della Lega locale Andrea Sebastiani. Quest’ultimo, infatti, ha dichiarato che le parole che Forza Italia gli attribuisce le ha pronunciate davvero. Per questo motivo vogliamo ringraziarlo, ci sta confermando che noi i valori della coerenza e dell’onestà li abbiamo.
L’excursus dello stesso leghista, invece, sulle posizioni intraprese in questi mesi gli concede solamente la possibilità di dichiarare a tutti i cittadini la loro totale incoerenza e il loro spasmodico bisogno di potere. Il partito del carroccio civitonico, ora più che mai avendo dalla sua parte gli esponenti della politica civitonica più contestati, primo fra tutti Massimo Giampieri, in forte antitesi con la loro politica del “nuovo”, ha seguito un inter che secondo loro risulta logico, per noi, invece, non rispecchia nemmeno la più semplice logica platonica. Ripercorriamolo insieme. Il primo passo è stato quello di “sventolare” a tutti i cittadini il loro slogan dell’essere nuovi della politica, ma basta guardare i nomi per comprendere che poco c’è di nuovo, unito alla loro intenzione di correre da soli alle prossime elezioni comunali con il loro candidato sindaco Valerio Turchetti, da sempre contrario ad un appoggio da parte dei membri del suo vecchio partito. Il secondo passo è stato quello di chiedere agli altri partiti di ritirare i propri candidati espressi e di metterne uno di “area Lega”, ossia scelto da loro; anche qui la democrazia ha prevalso. Il terzo passo, quello che più preferiamo, è quello di aver presentato Caprioli prima di qualunque tavolo con tutti i partiti, perché è questo che si fa quando si vuole l’unità del centrodestra, per poi imporlo come candidato sindaco, una mossa politica veramente “nuova”. A questo punto non hanno fatto altro che, come il coordinatore Andrea Sebastiani conferma, cercare il primo che tra Forza Italia e Fratelli di Italia li avrebbe appoggiati, offrendo come “moneta di scambio” le poltrone. Mentre Forza Italia ha sempre voluto l’unità del centrodestra, senza pensare mai minimamente di lasciare fuori Fratelli di Italia, la Lega ha cercato il primo appoggio possibile; forse l’avvicinarsi delle elezioni stava mettendo paura ai leghisti? Come ogni storia che si rispetti, infine, Fratelli di Italia ha voltato le spalle a chi li stava difendendo per avere le poltrone tanto desiderate. Tutto questo proprio alla vigilia di Pasqua. Ma cosa potevamo aspettarci dal “genio burattinaio” Massimo Giampieri che ha utilizzato il “bianchetto” per cancellare il nome di Alberto Cataldi?
Ad oggi, come dimostrato dai fatti la Lega ha cambiato almeno quattro volte idea e su questo non abbiamo dubbi che stiano seguendo il loro slogan “dalle parole ai fatti”, loro la chiamano “coerenza”.
Una volta chiarito vogliamo lanciare un appello a tutte le forze politiche del paese. Collaborate con i nostri consiglieri comunali alla presentazione di una richiesta di accesso agli atti per poter conoscere tutte le spese che le società partecipate, come la SATE, hanno per le consulenze legali e contabili degli ultimi anni cosi da poter rilevare insieme eventuali incompatibilità, incandidabilità e ineleggibilità di alcuni dei candidati nelle liste che si presenteranno il prossimo 27 aprile. Qualora da questa ricerca si dovessero riscontrare “interessi incrociati” fra candidati e consulenze prestate sarà nostra cura, considerando la nostra inamovibile coerenza, onestà, lealtà e trasparenza, collaborare con le autorità competenti per valutare, tramite loro pareri, eventuali questioni di opportunità.
Concludendo vogliamo precisare e porre l’attenzione sulla gravità delle dichiarazioni di Andrea Sebastiani che sono volte a far pensare che Forza Italia abbia in qualche modo ostacolato l’unità del centrodestra. Come già espresso nei giorni scorsi senza Forza Italia il centrodestra non esiste, soprattutto se convochi un tavolo provinciale per prendere accordi ed escludi a priori un partito con il preciso intento di lasciarlo fuori dalle trattative. Non è stata Forza Italia a rimanere sulle proprie posizioni, non avendo avuto proprio il modo di parlarne nelle opportune sedi, né provinciali né regionali, quando c’erano da prendere le decisioni sul futuro del centrodestra civitonico.

Auguriamo una buona Pasquetta a tutti.

                                                                                     Forza Italia Civita Castellana

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui