Frana, quel costone poteva provocare morti e feriti. Urge controllo a tappeto!

C'è bisogno di maggiori controlli per evitare che fatti simili accadano nuovamente

646
frana
La frana a strada Acquabianca

sagginiSiccome abito in campagna tra La Quercia e Vitorchiano, tutti i giorni percorro la Strada Acquabianca per arrivare a Viterbo. Dico la verità, quel costone con quella gobba informe, che si trova subito dopo l’ingresso della lottizzazione “Colle Verde”, è stato sempre oggetto delle mie attenzioni. Ma, siccome non dispongo di una cultura tecnica, ho sempre pensato che non mi dovevo preoccupare, stante che ci sono fior di tecnici all’interno del Comune di Viterbo, che avrebbero certamente visto il pericolo, e avrebbero preso gli opportuni provvedimenti. Ma c’è di più.

A pochi metri dal costone che è precipitato violentemente a terra, c’è una grande lottizzazione e quei tecnici che l’hanno edificata, geometri, architetti e ingegneri, sono transitati su quella strada sotto alla rupe, centinaia di volte. Mai nessuno ha pensato che potesse rovinare a terra, creando danni? Mai nessuno ha avuto lo scrupolo di pensare, che forse era meglio mettere in sicurezza quel tratto di rupe?

Ma l’Ufficio Tecnico del Comune di Viterbo, ha qualcuno addetto a verificare la sicurezza delle strade, che hanno pareti di tufo che le sovrastano? C’è qualcuno che deve sollevare i propri lombi, dalla comoda poltrona, per andare a fare dei sopralluoghi? Viterbo è piena di strade, che hanno strapiombi di tufo. C’è in comune un elenco? Ci sono rapporti scritti, sullo stato di questi costoni? Adesso c’è qualcuno che si assumerà la responsabilità di quello che è accaduto? Sono rovinati a terra diverse centinaia di metri cubi di macigni di tufo e pozzolana.

Solo per la rimozione, ci vorrà molto lavoro. Poi terremo la strada chiusa? O metteremo subito in sicurezza quello che resta, per evitare sciagure future? Noi cittadini siamo preoccupati. A Viterbo poche cose vanno poco bene, tante altre vanno proprio male.

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui