Frasca, prosegue l’attività di rimozione degli ormeggi abusivi

L’attività si inquadra soprattutto in una più ampia operazione di bonifica a tutela dell’ambiente marino e costiero

172

La Guardia Costiera di Civitavecchia, con l’ausilio del nucleo subacqueo dei Vigili del Fuoco di
Viterbo, sta procedendo già dalla scorsa settimana, all’individuazione e alla rimozione di
gavitelli, anche di forma e fattura rudimentale, utilizzati quali ormeggi abusivi per imbarcazioni
e natanti da diporto in località La Frasca. L’attività, volta alla liberazione degli specchi acquei abusivamente occupati, si inquadra soprattutto in una più ampia operazione di bonifica a tutela dell’ambiente marino e costiero, visto il vincolo di pregio naturalistico e archeologico insistente sul tratto di litorale oggetto degli accertamenti.

Le operazioni, che proseguiranno anche la prossima settimana, hanno già condotto il
personale della Guardia Costiera e i sommozzatori dei Vigili del Fuoco alla liberazione di più di
600 mq di specchi acquei e alla rimozione di circa tre tonnellate di rifiuti. La maggior parte di
questi costituiti da plastica, contenitori riempiti di cemento, motori marini, catenarie ed altri
materiali, tutti in avanzato stato di deterioramento ed attualmente posti sotto sequestro
essendo utilizzati illecitamente per l’occupazione abusiva di pubblico demanio marittimo.
La Capitaneria di porto di Civitavecchia rimane in ogni caso aperta alla collaborazione con
l’Amministrazione comunale per la ricerca di soluzioni condivise ed anche nei confronti di altri
interlocutori ragionevoli, eventualmente portatori di interessi legittimi, per giungere ad
alternative giuridicamente percorribili in vista della prossima stagione estiva.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui